Diciassettenne accoltellato, Famulari: "Attuare Patto sicurezza integrata"

"Il Patto era stato lasciato in eredità a Fedriga dal Centrosinistra. Ci sono fasce di disagio che si allargano, pezzi di città in degrado, una comunità impaurita e una Giunta che sta a guardare o mostra il pugno di ferro con i poveracci"

"Servono interventi immediati, coordinamento e monitoraggio delle zone a rischio. L'episodio di violenza che è avvenuto nel centro di Trieste deve essere affrontato con grande fermezza e attenzione, non solo dalle forze dell'ordine ma anche dall'amministrazione comunale e regionale. Ci sono fasce di disagio che si allargano, pezzi di città in degrado, una comunità impaurita e una Giunta che sta a guardare o mostra il pugno di ferro con i poveracci". Lo afferma la segretaria provinciale del Pd di Trieste Laura Famulari, dopo l'accoltellamento di un diciassettenne a Trieste.

Le telecamere

"Le telecamere finanziate dalla Regione possono servire ma prima - indica Famulari - bisogna rendere funzionanti e collegate tutte quelle che già ci sono, altrimenti sarà solo uno spreco di denaro. Il coordinamento delle forze di polizia dello Stato e locali va migliorato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riferendosi a una proposta del presidente dell'Unione degli Istriani Massimiliano Lacota, sul coinvolgimento di esercenti e cittadini in relazione ai provvedimenti da prendere, Famulari osserva che "lo spunto del presidente Lacota può essere sviluppato in sede istituzionale. C'è un Patto per la promozione della sicurezza integrata del Friuli Venezia Giulia, lasciato in eredità dal centrosinistra a Fedriga che non ne ha fatto nulla, in cui sono previsti interventi specifici per le città, tra cui la polizia di prossimità, il controllo del territorio ai fini della tutela della sicurezza urbana, l'utilizzo della videosorveglianza, l'attenzione a nuove forme criminali e delittuose che destano allarme sociale. Un punto specifico - precisa Famulari - prevede il coinvolgimento della cittadinanza attraverso le azioni della sicurezza partecipata e di vicinato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Geranio: i consigli per farlo crescere rigoglioso e forte

  • Addio alle mascherine all'aperto, ma a distanza di sicurezza: Fedriga firma l'ordinanza

  • Superbonus casa al 110%: i requisiti e i lavori di ristrutturazione necessari

  • Dall'altra parte del confine, parlano i titolari delle gostilne slovene: "Situazione disastrosa"

  • Delirio in via Torino, rompe i tavoli della pizzeria Assaje: denunciato

Torna su
TriestePrima è in caricamento