Divieto burqa a Monfalcone, Cisint a Konate: “Se non gli va torni a casa sua”

Il sindaco all'ex assessore ai lavori pubblici: "Ci ha lasciato la piazza più brutta d’Italia, e aveva scambiato Monfalcone con Dacca. Adesso scambia Monfalcone con Calcutta".

Dopo il divieto di burqa e niqab negli uffici comunali, il sindaco di Monfalcone Anna Cisint si scaglia contro l’ex assessore ai lavori pubblici Bou Konate, ingegnere di origine senegalese. “Apprendiamo - scrive Cisint in un post - che l’ex assessore ai Lavori Pubblici Konate critica il divieto di accesso con il volto coperto negli edifici comunali. È Konate, che ci ha lasciato la piazza più brutta d’Italia, e aveva scambiato Monfalcone con Dacca. Adesso scambia Monfalcone con Calcutta. Noi andiamo avanti. Se non gli va, ritorni a casa sua”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

  • Bmw sbanda e finisce fuori strada, bimba di nove mesi portata al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento