Rapina a Trebiciano: identificati due minorenni

Una giovane donna era stata costretta a scendere dalla sua auto e a consegnare ai malviventi tutti gli oggetti di valore

Nella serata di ieri 24 marzo 2017, a  Trieste in località Trebiciano, una giovane donna, dopo aver parcheggiato nei pressi dell’abitazione di residenza, si è vista aprire la portiera del suo veicolo da uno sconosciuto, travisato, che prendendola per la maglia all’altezza del collo e minacciandola con un oggetto appuntito, l’ha costretta ad uscire dall’autovettura. Il malvivente, accompagnato da un complice, si è rivolto alla ragazza chiedendole “la borsa con i soldi”. Dopo essersene impossessati e averle sottratto anche un anello ed il cellulare, si sono allontanati dirigendosi verso la zona boschiva a ridosso dell’abitato.

La donna, corsa in casa, ha subito allertato il numero di emergenza “112”, consentendo alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Aurisina di far convergere sul posto le “gazzelle” dell’Arma, unitamente ai colleghi della Stazione di Villa Opicina.I militari, dopo essersi prima sincerati delle condizioni della vittima, che non ha subito alcuna lesione, hanno acquisito tutti gli elementi informativi del caso, al fine di ricostruire la dinamica dell’accaduto e avviare l’attività investigativa sui due rapinatori.

A tarda notte, dopo diverse ore di attività investigativa, i Carabinieri di Aurisina e di Villa Opicina sono riusciti a raccogliere univoci, gravi e concordanti elementi di reità a carico di due 17enni Kosovari (18 anni ad aprile), già noti alle Forze di Polizia per alcuni precedenti.
I due sono stati identificati, localizzati e bloccati dai militari mentre rientravano presso la propria residenza.
Tutta l’attività è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Trieste, alla quale i Carabinieri hanno trasmesso tutti gli atti.
L’attività di verifica è ancora in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

Torna su
TriestePrima è in caricamento