Condannato a 2 anni di carcere ma viaggiava liberamente, arrestato 46enne

Nella notte tra sabato e domenica un uomo di origine rumena destinatario di un ordine di cattura emesso dalla Procura di Milano per reati contro il patrimonio. Solo l'ultimo episodio di una lunga lista di latitanti che vengono fermati dalla Polizia di Stato in territorio triestino

foto Aiello

Nella notte tra sabato 13 e domenica 14 luglio la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino romeno di 46 anni che doveva scontare una pena di 2 anni e sette giorni di reclusione per reati contro il patrimonio. Il provvedimento giudiziario nei confronti di M.N. era stato emesso dalla Procura della Repubblica di Milano. Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Duino Aurisina/Devin Nabrezina, nei pressi della località San Giovanni di Duino stavano effettuando alcuni consueti controlli a bordo di un pullman proveniente dalla Slovenia, quando è emerso l'ordine di cattura del cittadino rumeno. 

Dopo le formalità di rito, il romeno è stato accompagnato presso la locale Casa circondariale. Non è la prima volta che gli agenti della Volante di Duino arrestano cittadini di origine straniera che risultano essere latitanti sul territorio italiano. L'ultimo episodio in ordine di tempo è quello riguardante un uomo di 41 anni di origine moldava, fermato nei pressi del valico di Fernetti il 28 giugno scorso. 

Arrestato latitante dalla Volante di Duino, leggi la notizia

L'ultimo episodio

Il cittadino moldavo era intento a oltrepassare l'ex valico quando è stato intercettato dalla Volante di Duino. Dagli accertamenti effettuati è emerso quindi un rintraccio emesso nel 2018 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Padova relativo per l'appunto ai reati di ricettazione e false attestazioni d'identità. Così l'uomo è finito nel carcere del Coroneo dove sta scontando la pena di 2 anni, 6 mesi e 27 giorni di reclusione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento