Emergenza bora, AcegasApsAmga: cassonetti sigillati ed ancorati

Le misure di sicurezza messe in atto dai servizi ambientali di AcegasApsAmga per evitare che i cassonetti della raccolta differenziata possano causare disagi con conseguenti variazioni nel servizio di asporto dei rifiuti

foto di repertorio

A causa delle forti raffiche di bora che da ieri stanno spazzando la città, gli operatori di AcegasApsAmga hanno provveduto a mettere in sicurezza i cassonetti per la raccolta dei rifiuti, sigillandoli e dove possibile ancorandoli, per evitare che possano causare disagi e rischi per la sicurezza di passanti e mezzi.

Di conseguenza, sono stati ridotti i regolari servizi di raccolta, garantendo lo svuotamento dei rifiuti indifferenziati, del rifiuto organico e dei servizi essenziali alle strutture ospedaliere.

Si informano, dunque, i cittadini che per i suddetti motivi di sicurezza, finché persisterà l’emergenza bora, non sarà possibile conferire i rifiuti negli appostiti contenitori della raccolta differenziata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se saranno confermate le previsioni meteo, secondo cui da venerdì 20 gennaio la bora calerà d’intensità, i servizi ambientali di AcegasApsAmga saranno in grado di ripristinare il regolare utilizzo dei cassonetti da suddetta data e il servizio di raccolta sarà nuovamente assicurato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento