Enogastronomia, prodotti e sapori Fvg ad Artigianato in fiera a Milano

Il Friuli Venezia Giulia si presenta alla ventunesima edizione de L'Artigiano in Fiera a Milano

Meravigliarsi con gusto. È il tema con cui il Friuli Venezia Giulia si presenta alla ventunesima edizione de L'Artigiano in Fiera, il villaggio globale delle arti e dei mestieri, che apre i battenti oggi (sabato 3 dicembre) a Milano e continuerà fino all'11 dicembre, richiamando espositori da oltre 100 paesi e milioni di visitatori, confermandosi la ribalta più importante in Europa e il primo appuntamento di richiamo in vista del Natale.

A rappresentare le eccellenze e le tipicità regionali una quarantina di produttori, ma anche appuntamenti giornalieri di show cooking e degustazioni guidate, intrattenimenti musicali, laboratori di creatività, iniziative di promozione turistica e presentazioni di antiche tradizioni, legate al saper fare e alla cultura alimentare.

In uno spazio espositivo di circa 2000 metri quadri, organizzati in 16 isole, il Friuli Venezia Giulia intende presentare l'arcipelago delle sue specialità, legando insieme prodotti, sapori e territorio, con l'obiettivo di valorizzarne l'unicità e di farli conoscere ed apprezzare da un vasto pubblico.

Ambasciatori del made in Friuli Venezia Giulia i Consorzi Dop, dal Formaggio Montasio alla Brovada, 11 aziende agroalimentari rappresentative delle produzioni tipiche e a marchio AQuA (con salumi, formaggi, ortofrutta, erbe, dolci e distillati), un'enoteca che riunisce i vini doc e docg di tutte le zone vocate della regione, otto birrifici artigiani che mettono in vetrina le etichette regionali, un laboratorio per la preparazione di gelati con latte di sola Pezzata Rossa e un'area ristorazione, improntata allo stile street food, con proposte culinarie che utilizzano materie prime dei produttori presenti.

L'obiettivo, come evidenzia l'assessore regionale alle Risorse agricole Cristiano Shaurli, è permettere ai visitatori di fare un'esperienza unica e diversa dal solito, conoscendo in modo diretto la nostra filiera dei sapori, che inizia nei campi e arriva alla tavola. Vanno in questa direzione anche i cinque appuntamenti giornalieri dedicati alla cucina del territorio, che proporranno piatti della nostra tradizione, come il frico con polenta e il boreto alla graesana e saranno completati da un programma di degustazioni in grado di soddisfare tutti i palati.

Non solo. A Milano ci saranno anche cinque Ecomusei della regione, i laboratori della Scuola Mosaicisti di Spilimbergo, i presidi Slow Food e per tutta la durata della manifestazione sono fissate dimostrazioni e attività legate al mondo rurale e artigiano.

Per l'assessore manifestazioni come l'Artigiano in fiera sono una vetrina unica per promuovere imprese, prodotti e territorio, unitamente alla manualità creativa che ci contraddistingue. L'Artigiano in fiera è inoltre un'occasione per consentire, a migliaia di persone, di vedere e capire come la qualità dei nostri prodotti sia intimamente collegata al nostro territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento