Estorsioni a sfondo sessuale: arrestato 43enne a Duino

In manette il presunto colpevole di 28 accertati casi di "sextortion". Dopo essersi impossessato dei dati compromettenti nei computer delle vittime tramite dei malware, il colpevole avrebbe minacciato di renderli pubblici chiedendo un "riscatto"

Arrestato a Duino un uomo di 43 anni, presunto colpevole di estorsioni online a sfondo sessuale (comunemente definite sextortion). 28, al momento, i casi accertati di accesso abusivo a sistema informatico, in seguito ai quali, ieri mattina, gli investigatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP di Milano su richiesta della Procura della Repubblica milanese. Numerose le vittime italiane e gli indizi contro l'arrestato, rilevati in seguito a indagini condotte per oltre un anno dal Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia.

Nello specifico l’autore dell’estorsione, dopo aver studiato il profilo delle vittime prescelte esaminandone gusti, le abitudini e gli stili di vita, utilizzava profili social falsi in particolare femminili, per entrare in contatto con uomini tra i 30 e i 50 anni, stuzzicando le loro fantasie sessuali mediante l’invio di foto accattivanti. Le immagini erano in realtà programmate per inoculare un malware in grado di penetrare nei computer delle vittime, trafugando documenti e files multimediali compromettenti.

"Divulgheremo la lista dei siti porno che visiti": torna l'estorsione via mail

A questo punto, dietro minaccia della loro pubblicazione in internet, oppure con messaggi del tipo “0,5 bitcoin e si conclude (…)”, oppure “la sua signora verrà a conoscenza di tutto”, il presunto colpevole sarebbe riuscito ad obbligare le vittime al pagamento di somme di denaro. Nonostante l’utilizzo di connessioni telematiche anonimizzate, la movimentazione dei profili illeciti in conti accesi in diversi Paesi e l’utilizzo di “wallet Bitcoin”, gli investigatori hanno individuato il responsabile e proceduto al suo arresto.

Il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, che sta coordinando a livello nazionale l’azione di contrasto di questo insidioso fenomeno criminale, invita i cittadini a non pagare alcuna forma di riscatto e a denunciare tempestivamente eventuali reati della stessa specie, anche se solo tentati.

Stoya: attrice hard e androide a Science + Fiction

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E c’è gente che ancora ci casca...giuste le denunce a carico di questo demente coi brufoli

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Donna investita tra via Carducci e passo Pecorari (FOTO)

  • Cronaca

    Addio a Don Giuseppe Markuža, parroco di Sgonico

  • Cronaca

    Morde un dito e sputa in faccia alla guardia giurata: denunciato

  • Cronaca

    Danneggia un cippo di pietra e scappa: la Polizia Locale lo rintraccia

I più letti della settimana

  • Scomparso in val Rosandra, ritrovato il corpo senza vita

  • "Pensione lager" per cani: Trieste su Striscia la Notizia

  • Distrutti in porto 2500 ricambi Hyunday e Kia

  • Film Hollywoodiano a Trieste: tutti i provvedimenti di viabilità

  • Esplosione in via San Marco, persona all'ospedale

  • "Voglio assumere ma nessuno è disposto a lavorare", lo sfogo di un'imprenditrice

Torna su
TriestePrima è in caricamento