Arruolava foreign fighters: terrorista estradato dalla Slovenia in Italia

Preso in consegna a Fernetti da personale del Settore Polizia di Frontiera di Trieste e del Ros dell’Arma dei Carabinieri di Padova

È stato estradato alle 11 di questa mattina dalla Slovenia il 26enne cittadino sloveno Zavbi Rok, arrestato lo scorso 6 maggio a Ljubljana in esecuzione del mandato d’arresto europeo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Venezia su richiesta della Procura Distrettuale Antiterrorismo di Venezia. Al cittadino sloveno è stato contestato «il delitto di cui all’art. 270 quater c.p. per aver concorso all’arruolamento di due foreign terrorist fighters macedoni partiti da Belluno e arrivati in Siria per combattere nelle fila dello Stato Islamico», spiega la Questura di Trieste: «Trattasi del primo foreign fighter returnee a disposizione dell’Autorità Giudiziaria italiana».

Il giovane è stato preso in consegna all’ex valico internazionale di Fernetti da personale del Settore Polizia di Frontiera di Trieste e del Ros dell’Arma dei Carabinieri di Padova. Al termine delle attività di Polizia, Zavbi è stato trasferito in un carcere del nord Italia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Venezia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Trovato senza vita il 58enne triestino scomparso in Istria

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • Virtus Verona-Triestina 3 a 2 | Le pagelle: brutti e imprecisi, si salva solo Granoche

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

Torna su
TriestePrima è in caricamento