Celebrazioni di San Michele e del Family Day con la Polizia di stato

Celebrata la Santa Messa per il patrono della Polizia alla presenza del Prefetto Valenti, del Sindaco Di Piazza, del Questore Petronzi e delle massime autorità civili e militari. Poi, il consueto momento d’incontro tra il personale e i propri familiari nei luoghi di lavoro

Il 29 settembre ricorre la festività di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato. Questa mattina, lunedì 30 settembre il Cappellano provinciale, don Paolo Rakic, ha celebrato una Santa Messa alla presenza del Prefetto Valerio Valenti, del Sindaco Roberto Di Piazza, del Questore Giuseppe Petronzi e delle massime autorità civili e militari. Al rito erano presenti anche i parenti del nostro caduto Vincenzo Raiola e una rappresentanza della sezione locale dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato con il labaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche quest’anno le celebrazioni sono state affiancate dal “Family Day”, un’iniziativa giunta alla sua 15.ma edizione e volta a favorire momenti d’incontro tra il personale e i propri familiari nei luoghi e negli ambienti di lavoro. Alcuni giovanissimi figli di poliziotti hanno visitato la Questura e il Compartimento della Polizia Ferroviaria, soffermandosi in particolare nei locali di lavoro dei propri genitori e parenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento