Fermato dai Carabinieri da in escandescenza sotto l'effetto della cocaina: uffici distrutti e due militari feriti

L'uomo è stato sedato dal personale sanitario e poi arrestato

La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Aurisina hanno arrestato in flagranza di reato K.A., cittadino tunisino 25enne. Il giovane è stato controllato a Monrupino, nei pressi del valico confinario di Fernetti, a bordo di un autobus di linea. Non risultando in regola con i documenti per l’ingresso sul territorio nazionale, è stato accompagnato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Aurisina.

Giunti al Comando, i militari hanno trovato una carta d’identità italiana rubata nel 2008 in provincia di Venezia e contraffatta, lo straniero ha dato in escandescenze devastando gli uffici e minacciando e aggredendo con calci e pugni i carabinieri che sono riusciti, non senza fatica, ad immobilizzarlo.

Visto lo stato di alterazione dell’uomo, è stato richiesto l’intervento di personale sanitario: dagli esami clinici è risultato sotto l’effetto di cocaina ed è stato quindi sottoposto a terapie sedative presso il pronto soccorso dell’ospedale di Cattinara; invece i due carabinieri aggrediti hanno riportato lesioni per una prognosi di 7 giorni. Il tunisino è stato arrestato per minaccia, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e per ricettazione di un documento d’identità.

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Annegato a Barcola, il cuore del ragazzo batte ancora

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento