Ferriera, Regione: «Insonorizzazione insufficiente». Prodani (Al): «Attendiamo una sanzione da 40 giorni»

Il deputato triestino riceve una risposta interessante da diversi punti di vista: «Allucinante che, secondo loro, l'Aia possa superare la legge nazionale»

Gli interventi urgenti e prioritari si sono conclusi e i risultati degli stessi, com’era ovviamente prevedibile, non sono sufficienti per fare rientrare i valori rilevati nei termini di legge. L’Aia prescrive il raggiungimento del rispetto dei valori di legge entro fine gennaio 2019 (36 mesi dal rilascio dell’AIA).

Questo è uno stralcio della risposta che il direttore centrale Ambiente ed Energia Regione Fvg ha inviato al deputato triestino Aris Prodrani che da mesi tempesta di mail con richieste di spiegazioni sulle ripetute fumate e segnalazioni di superamento dei limiti di inquinamento e rumori molesti. 

Aris Prodani«Allucinante che, secondo loro, l'Aia possa superare la legge nazionale - spiega Prodani -. E nell'Aia non è scritto quello che dice. Infatti sto pressando il Comune affinchè notifichino la multa per superamento dei rumori (rilevazione di Arpa del 6 aprile scorso); la prima e unica sanzione al momento è quella di 1500 euro comminata a novembre. Siamo in attesa da più di 40 giorni che il Comune notifichi il secondo verbale».

Qui sotto la lettera di risposta integrale:

Buona sera Onorevole,
Rispondo alla mail sottostante ed alle ulteriori sue richieste sul tema rumore prodotto dalla Ferriera cercando di chiarire  le modalità operative che l’AIA ha disposto su tale aspetto. 
Nel corso della seduta del 26 nov 2015 la CdS ha esaminato i dati dei rilievi acustici  eseguiti su disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria nell’ottobre 2015. L’AG ha autorizzato l’utilizzo dei dati da parte della CdS proprio per  consentire una valutazione attenta e consapevole della situazione in essere. A causa dei valori rilevati, il Comune di Trieste ha chiesto con insistenza di individuare da subito alcuni interventi di mitigazione acustica da eseguire prioritariamente senza attendere gli esiti di un apposito studio. Nella successiva ultima seduta del 4 dic 2015 detti interventi sono stati individuati e si è stabilito di fissare il termine del 28 febbraio 2016 per la loro esecuzione. Il decreto 96/2016 ha poi recepito le indicazioni della CdS.
Il decreto 96/2016 ha prescritto a Siderurgica Triestina di produrre uno studio di mitigazione acustica entro sei mesi dal rilascio dell’AIA ed ha assegnato un successivo termine di 30 mesi per realizzare le opere di mitigazione acustica da esso previste.

Gli interventi urgenti e prioritari si sono conclusi e i risultati degli stessi, com’era ovviamente prevedibile, non sono sufficienti per fare rientrare i valori rilevati nei termini di legge. L’AIA prescrive il raggiungimento del rispetto dei valori di legge entro fine gennaio 2019 (36 mesi dal rilascio dell’AIA).
Il prossimo adempimento cui è soggetta ST attiene alla presentazione dello studio di mitigazione acustica il quale verrà valutato dall’AR e la cui attuazione sarà oggetto di costante attenzione da parte della stessa.
La informo inoltre che ulteriori misure verranno disposte solo dopo aver attuato parti significative dei lavori di mitigazione.
Resto a disposizione per ogni ulteriore chiarimento si rendesse necessario.
Con i migliori saluti.
Luciano Agapito

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento