Ferriera, Cosolini (PD): "Fedriga scarica a Roma il problema", Slokar (Lega): "Basta campagna elettorale"

Botta e risposta tra Partito Democratico e Lega in occasione dell'incontro tra la Regione e i sindacati dei lavoratori. Cosolini: "Giunta ha gestito male rapporto con la proprietà, ora rischiano i lavoratori". Slokar: "Falsità. Fedriga lavora a livello nazionale per riconversione"

«Fin dall'inizio la Giunta Fedriga ha gestito male il rapporto con la proprietà della Ferriera, con la conseguenza che ora a rischiare sono i lavoratori. È giusto che i sindacati chiedano una seria proposta industriale che garantisca l'occupazione e non si scarichi il problema sui tavoli ministeriali». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Roberto Cosolini che questa mattina ha preso parte alla manifestazione dei lavoratori della Ferriera di Servola di proprietà del Gruppo Arvedi, davanti alla sede della Regione Fvg in piazza Unità d'Italia a Trieste.

Ferriera, lavoratori e sindacati in piazza chiedono un tavolo con la Regione

«La presenza oggi in piazza serviva a dimostrare solidarietà e vicinanza ai molti lavoratori che si trovano in difficoltà a seguito dei comportamenti della Giunta Fedriga e dell'assessore all'Ambiente, Scoccimarro. La Giunta regionale ha riconosciuto suo malgrado la validità e il rispetto del precedente accordo di programma sulla Ferriera. Ciononostante ha affermato di volere la chiusura dell'area a caldo, con la conseguente reazione della proprietà che ha minacciato di abbandonare il sito. È evidente che la situazione è stata gestita male, sarebbe stato meglio lavorare prima con l'azienda per proporre al Governo un nuovo piano se l'intenzione era comunque di arrivare alla chiusura dell'area a caldo. Per questo oggi chi deve garantire il futuro a queste persone è proprio innanzitutto la Regione».

Ribatte subito a Cosolini il consigliere Danilo Slokar (Lega) "Leggo sorpreso le dichiarazioni del collega consigliere Cosolini, visto che proprio stamane il presidente Fedriga ha già comunicato la convocazione di un tavolo interministeriale sulla Ferriera di Trieste per affrontare la tematica in modo da governare un processo di riconversione occupazionale basato sullo sviluppo economico dell'area".

Slokar (Lega): "Basta campagna elettorale"

"Nonostante la sconsiderata strumentalizzazione della vicenda da parte di Roberto Cosolini - aggiunge Slokar - che, evidentemente, anche in un momento così delicato, non interrompe la sua campagna elettorale, ciò che è davvero fondamentale è che questa amministrazione regionale intende procedere con determinazione rispetto a quanto fatto fino ad oggi, sia per quanto concerne la sicurezza sul lavoro, che l'azienda deve continuare a garantire, come anche ritenendo che i tempi del processo di ricollocazione occupazionale debbono essere dettati dalle Istituzioni pubbliche".

"Infine - conclude - nonostante Cosolini non sia stato capace di proporre alcunché, limitandosi solo a sterili considerazioni senza veridicità, il presidente Fedriga e la sua Giunta stanno lavorando alla costituzione di una regia nazionale in grado di governare il percorso di riconversione che comprende, oltre all'azienda, le competenze di quattro ministeri (Sviluppo economico, Ambiente, Lavoro e Trasporti), delle istituzioni locali (Comune e Authority) e delle rappresentanze sindacali territoriali".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • Trovato senza vita il 58enne triestino scomparso in Istria

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

  • Incidente sul Ra13: quattro feriti, una persona incastrata nel furgone

Torna su
TriestePrima è in caricamento