Ferriera, sindaco Dipiazza: «Chiedo all'Arpa quadro oggettivo sulla situazione ambientale a Servola»

Inviato oggi dal sindaco Roberto Dipiazza, al Direttore Generale dell'Arpa Fvg, Luca Marchesi, alcune richieste formali necessarie per avere un quadro più oggettivo della situazione ambientale nel rione di Servola

«In forza del principio di leale collaborazione tra Enti ed esprimendo apprezzamento per aver portato alla luce dei riflettori pubblici i risultati delle misurazioni rilevate dalle stazioni prossime all’area industriale, e grazie all’importante lavoro degli uffici dell’Amministrazione comunale e del supporto tecnico del prof. Barbieri, quale esperto in inquinamento e chimica ambientale sono a chiedere all’Arpa Fvg ulteriori informazioni al fine dell’identificazione dei determinanti di salute cui è sottoposta parte della popolazione triestine, residente nel rione di Servola».

Il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza ha inviato oggi al Direttore Generale dell’Arpa Fvg, Luca Marchesi alcune richieste formali necessarie per avere un quadro più oggettivo della situazione ambientale nel rione di Servola.

«È quindi importante ricevere dall’Arpa – spiega Dipiazza – una relazione commentata sulla serie storica disponibile dei dati sulla composizione di Idrocarburi Policiclici Aromatici (Ipa), con particolare attenzione al benzo [a]pirene, delle ricadute deposimetriche misurate ad oggi in regime di autocontrollo da parte dell’industria siderurgica e previsti dall’Aia del 2008. Ad oggi non mi risulta che tali rilevanze siano commentate in documenti specifici di organi tecnici o amministrativi pubblici. Esaminando i documenti già disponibili, emerge che gli autocontrolli dell’azienda attestano che le deposizioni di polveri sono state alte in modo anomalo nel 2015 in una parte di Servola e che, in quell’area l’origine delle deposizioni è stata riferita da Arpa Fvg a ricadute da emissioni siderurgiche con significativa presenza di Ipa».

«Inoltre – chiede il Sindaco- è importante conoscere quale esito abbia avuto la richiesta dell’Azienda Sanitaria Triestina dello scorso 11 giugno 2015 ad Arpa Fvg, di collaborazione per la rilevazione, tramite deposimetri collocati nel contesto abitativo del rione, della qualità delle polveri depositate e della loro composizione. Si chiede, inoltre, di intervenire con urgenza presso la Regione Fvg per rivedere la parte di Aia “Siderurgica Triestina” relativa ai monitoraggi ambientali e quindi, riportando la frequenza delle analisi di Idrocarburi Policiclici Aromatici nelle deposizioni a cadenza mensile, invece che trimestrale come ora previsto. Ciò permetterebbe di avere migliori evidenze e la possibilità di indicare tempestivamente all’azienda anomalie nelle ricadute sull’abitato di polveri contaminanti per l’adozione degli opportuni provvedimenti. Ho chiesto anche di aggiungere un deposimetro su cui effettuare anche analisi Ipa in via San Lorenzo in Selva 25, in stretta prossimità della cokeria».

«Infine – conclude Dipiazza - si chiede di dare evidenza dell’eventuale continuazione del monitoraggio di benzene e toluene nell’aria nella stretta prossimità del perimetro industriale, come riportato nella relazione Arpa Fvg “qualità dell’aria della città di Trieste anno 2014».

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Arrestate 3 persone e altre 2 denunciate durante il ponte del 25 aprile

    • Cronaca

      Pioggia e incidenti, due schianti in Gvt

    • Cronaca

      Maltempo, pioggia incessante: Isonzo in piena (VIDEO)

    • Cronaca

      Grande viabilità: lavori su A4 fra Latisana e San Giorgio (VIDEO)

    I più letti della settimana

    • Scampi, olio e vino: nasce la "Pescheria centrale" del 21enne Federico (FOTO)

    • Fermato per un faro spento, i Carabinieri trovano droga, pistola e soldi falsi: arrestato operaio 34enne

    • Lite in via Molino a Vento: i coinvolti sono altri due fratelli Caris

    • I migliori locali di carne a Trieste secondo Tripadvisor

    • Trieste, due pediatri sotto osservazione dell'Ordine dei medici: vaccini sotto il 50%

    • Locali d'affari e alloggi sfitti: il Comune mette a bando 50 locali scontati dal 20 al 50% (LISTA COMPLETA)

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento