Ferriera, PDL-M5S in Consiglio Comunale: «Negata la discussione della mozione urgente»

I consiglieri comunicali dopo le dichiarazioni di Arvedi volte a posticipare la verifica della situazione ambientale. Giorgi: «Vergognoso l'atteggiamento servile del PD & C. che davanti al “cancro” della Ferriera». Menis: «Dicembre deve essere il termine ultimo per risolvere il problema ambientale»

I consiglieri comunali Lorenzo Giorgi (PdL) e Paolo Menis (M5S), che in questi mesi sono forse stati tra i rappresentanti di Palazzo Cheba più attenti alla questione Ferriera, hanno voluto presentare una mozione urgente che altro non faceva che confermare la posizione che il Consiglio comunale ha preso nei confronti della cittadinanza, cioè di indicare nella data del 31 dicembre 2015 il termine ultimo per verificare la riuscita degli interventi proclamati da Siderurgica Triestina per eliminare le gravi fuoriuscite di materiale pericoloso per la salute dall'impianto di Servola.

«Questa mozione - spiegano i due consiglieri - nasce alla luce della sconcertante comunicazione datata 22 settembre in cui Giovanni Arvedi, a un incontro con i dipendenti, ha annunciato il posticipo della verifica della situazione ambientale, spostandola a non prima della primavera del 2016, venendo meno ai precisi impegni presi con cittadini ed autorità cittadine, proprio nella seduta di audizione in Consiglio Comunale. Ma al momento del voto, sull'urgenza del documento, la maggioranza di centro sinistra che governa Città e Regione ha voluto, con il proprio voto contrario, ribadire il totale distacco dai reali problemi della città e, ancor peggio, il totale menefreghismo della tutela della salute di tutti i Triestini». 

Contro l'urgenza, quindi rimandando il documento nelle “paludi” dei biblici tempi del passaggio in commissione, hanno votato il PD (con Toncelli), le Liste civiche (con Decarli e Karlsen) e Trieste Adesso (con Cetin). «È necessario che il consiglio comunale confermi quanto deciso durante l'audizione dei rappresentanti di Siderurgica Triestina - ha affermato Paolo Menis, capogruppo del Movimento 5 Stelle -. La città ha aspettato fin troppo, dicembre deve essere il termine ultimo per risolvere il problema ambientale». «Vergognoso l'atteggiamento servile del PD & C. che davanti al “cancro” cittadino della Ferriera preferisce metter la testa sotto la sabbia ed ancora non tutelare la salute dei propri concittadini - afferma Lorenzo Giorgi, capogruppo del Popolo della Libertà -. Se il 31 dicembre la Ferriera inquina ancora va inevitabilmente chiusa e questo va ribadito dal Consiglio Comunale». 

Riportiamo a seguire il testo della Mozione:

Oggetto: verifica situazione a seguito dei lavori alla Ferriera di Servola

«Preso atto che in data 24 aprile 2015, al momento dell'inoltro alla Regione FVG della richiesta di concessione dell'AIA, il gruppo “Siderurgica Triestina” ha confermato che gli interventi, anche sull'area a caldo, si concluderanno tutti al massimo entro dicembre 2015 e garantiranno il totale abbattimento degli elementi inquinanti (e pericolosi per la salute). Appreso che qualora questi interventi non diano i risultati previsti la proprietà ha già annunciato la chiusura dell'area a caldo. Verificato che questo impegno è indubbiamente vincolante, perchè tratta della salute dei residenti non solo delle zone limitrofe all'impianto ma bensì di tutta la città. Constatato che il 22 settembre u.s. Giovanni Arvedi ad un incontro con i dipendenti ha annunciato il posticipo della verifica della situazione ambientale, spostandola a non prima della primavera del 2016, venendo meno a precisi impegni presi con cittadini ed autorità cittadine, anche nella seduta di audizione in Consiglio Comunale Verificato che essendo tutt'ora in una critica situazione di continuo sforamento dei valori, e che l'amministrazione comunale è chiamata ad intervenire a tutela della salute pubblica; si impegna il Sindaco a garantire la verifica dell'abbattimento totale di emissione di elementi nocivi nei tempi accordati, quindi non oltre il mese di dicembre 2015; lo impegna altresi' qualora questa puntuale verifica non dia i risultati annunciati, a provvedere ad emettere immediatamente una ordinanza di chiusura dell'area a caldo dello stabilimento di Servola a piena tutela della salute dei cittadini».

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Ciclista colpito da un fulmine a Basovizza, è gravissimo

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Inseguimento della Polizia slovena, arresto in pieno giorno sullo svincolo di via Svevo

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento