Fisco: persi 50mila contribuenti Irpef in regione dal 2009

Trieste la decima provincia e la quinta in regione per quanto riguarda il reddito, con una media di 23.000 euro

Dal 2009 al 2017 il numero dei contribuenti Irpef del Friuli Venezia Giulia si è ridotto di 50mila unità (da 970mila a 920mila, -5,1%), la dinamica più accentuata dopo quelle di Molise (-7,5%) e Calabria (-5,9%); al contrario solo in Trentino Alto Adige (+2,6%) e Lazio (+1,6%) si registrano tendenze di segno positivo. Lo rileva un’indagine Ires Fvg del ricercatore Alessandro Russo su dati del ministero dell’Economia e delle Finanze, che vede inoltre Trieste come la decima provincia e la quinta in regione per quanto riguarda il reddito, con una media di 23.000 euro.

In Fvg i contribuenti che hanno dichiarato un’imposta netta Irpef sono stati poco più di 742.000, pari all’81% del totale, per un valore complessivo di 3,6 miliardi di euro (quasi 4.900 euro pro capite). L’addizionale regionale Irpef ammonta a 207,5 milioni di euro (+1,1% rispetto all’anno precedente), quella comunale a 76,2 milioni di euro (+0,9%).

In Fvg il numero di lavoratori dipendenti nel 2016 è risultato pari a quasi 472.000 (4.500 in più rispetto al 2015), con un reddito medio da lavoro dipendente di 21.680 euro, che pone la nostra regione al quinto posto a livello nazionale. A livello provinciale Trieste è prima in regione e decima in Italia con oltre 23.000 euro, ultima Gorizia con 20.400; Udine e Pordenone si attestano in una posizione intermedia, in entrambi i casi con redditi medi da lavoro dipendente vicini a 21.500 euro. «Dopo sei anni di diminuzione – rileva Russo –, il numero di lavoratori dipendenti è tornato a crescere, a testimonianza della ripresa dell’occupazione che si è verificata nel 2015».

In Fvg i pensionati, sempre in base alle dichiarazioni presentate lo scorso anno, sono poco più di 364.000 (circa 2.000 in meno rispetto all’anno precedente), in calo ormai da diversi anni; il reddito medio da pensione in regione è pari a 17.280 euro. Da questo punto di vista spicca la provincia di Trieste, terza in Italia dopo Roma e Milano, con una media di 19.402 euro. A livello comunale è invece Udine ad occupare la prima posizione (con un valore di 20.907 euro), quindi Sgonico, Pordenone, Duino e Trieste. Agli ultimi posti i pensionati dei comuni montani e delle Valli del Natisone. 

Tra le cause di questa generale diminuzione, la crisi economica e il notevole aumento della disoccupazione che ha caratterizzato gli scorsi anni. Nel 2016 in Italia il numero di contribuenti Irpef è stato pari a 40,8 milioni, oltre 1 milione in meno rispetto al 2009, nonostante un parallelo e consistente aumento della popolazione residente nello stesso periodo (di 1,7 milioni). Tale flessione ha riguardato prevalentemente: le fasce più giovani (al di sotto dei 45 anni il calo è stato pari a 2,7 milioni, ma questo dipende anche da motivi demografici), gli uomini (-834.000 unità), i redditi più bassi (sotto i 20.000 euro di reddito complessivo il calo è stato pari a 3,3 milioni). 

I soggetti che hanno dichiarato un’imposta netta Irpef sono stati 30,9 milioni (il 76% del totale contribuenti), per un valore pari complessivamente a 155,2 miliardi di euro (5.025 euro pro capite in media); quasi 10 milioni di soggetti hanno un’imposta netta pari a zero. Si tratta, per esempio, di contribuenti con livelli reddituali compresi nelle fasce di esonero, oppure che fanno valere detrazioni tali da azzerare l’imposta lorda. Inoltre, considerando i soggetti la cui imposta netta è interamente compensata dal bonus di 80 euro, coloro che di fatto non versano l’Irpef sono in tutto circa 12,2 milioni. 
L’addizionale regionale Irpef ammonta nel 2016 a 11,8 miliardi di euro (+4,1% rispetto al 2015), mentre quella comunale è pari a 4,7 miliardi di euro (+5,0%). 
I lavoratori dipendenti nel 2016 erano 20,9 milioni (circa 421.000 in più rispetto all’anno precedente) e dichiaravano un reddito medio da lavoro dipendente di 20.660 euro. Si ricorda che la categoria del lavoro dipendente comprende anche i redditi assimilati, come ad esempio quelli derivanti dalle prestazioni per collaborazione coordinate e continuative, e alcune prestazioni non pensionistiche erogate dall’Inps, tra le quali la cassa integrazione e la mobilità. 
I pensionati, sempre in base alle dichiarazioni presentate lo scorso anno, sono 14,8 milioni (-25.421 rispetto all’anno precedente) e dichiarano in media un reddito da pensione di 16.869 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In merito alla destinazione dell’8 x 1000 allo Stato e alle confessioni religiose, Per quanto riguarda i redditi 2012, ripartiti nel 2016, la Chiesa Cattolica ha totalizzato l’81% delle scelte valide. In Fvg tale percentuale scende al 74,6% ed è in continua diminuzione negli ultimi anni (8 anni fa sfiorava l’86%), a favore dello Stato e della Chiesa Evangelica Valdese (che evidenziano gli incrementi maggiori). Se confrontata con la totalità dei contribuenti, la percentuale che sceglie la Chiesa Cattolica in regione corrisponde al 31%. Nel 2012 sono state stipulate delle intese con l’Unione Cristiana Evangelica Battista, la Chiesa Apostolica e l’Arcidiocesi Ortodossa. Quest’ultima in Fvg ha totalizzato lo 0,3% delle scelte valide espresse (1.102 contribuenti in valore assoluto), l’incidenza più elevata tra le regioni italiane.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento