Colpo dei ladri nel rione di Gretta, trafugati circa 2000 euro in oro

A riferirlo è una giovane coppia residente nel rione che ieri sera, di ritorno da una gita fuori porta, si è trovata di fronte l'amara sorpresa. "Hanno agito in tranquillità, avevano qualcuno che li ha avvisati del nostro arrivo". Sul posto la Polizia e la Scientifica

“Siamo usciti la mattina intorno alle 10.30 e, quando siamo tornati poco prima delle 21 abbiamo trovato due camere completamente sottosopra e l’oro della comunione e del battesimo di nostra figlia sparito”. La denuncia arriva da una coppia residente in via dei Baseggio, nel rione di Gretta che ieri sera, di ritorno dalla più classica delle gite fuori porta, si è trovata di fronte l’amara sorpresa. Sul luogo del furto è arrivata immediatamente la Polizia di Stato e poco dopo la Scientifica per i rilievi del caso. 

I fatti

I ladri sarebbero riusciti ad entrare nonostante la porta blindata. “Quando mio marito ha messo le chiavi nella serratura ha notato che le mandate non c’erano più” racconta Elisa. “A quel punto siamo entrati e abbiamo trovato le due stanze in totale disordine, con foto buttate sul letto e armadi sottosopra”. È a quel punto che la coppia si rende conto che tutto l’oro dei sacramenti non c’è più. “Hanno portato via anche altri tre pezzi d’oro appartenuti a nostri avi, adesso non sono in grado di quantificare il valore con precisione ma credo che il tutto potesse valere almeno 2000 euro” così Elisa.

Entrati nonostante la porta blindata

La presenza della porta blindata non avrebbe intimorito i malviventi che, secondo la donna, “devono essere andati via qualche attimo prima del nostro ritorno. Quando siamo entrati in portone infatti abbiamo chiamato l’ascensore per salire al terzo piano. Mentre eravamo in attesa, abbiamo sentito una musichetta, come quelle dei cellulari, ma non ci abbiamo fatto caso più di tanto e siamo saliti”.

Il sospetto di Elisa è che i ladri siano “stati avvisati da qualcuno che faceva da palo e che siano scappati a piedi mentre noi stavamo salendo con l’ascensore”. Lo stesso ascensore infatti risulta essere completamente chiuso, quindi con nessuna possibilità di vedere i movimenti di altre persone sulle scale. “Hanno agito in tutta tranquillità” continua la donna. Poco prima del ritorno della famiglia, i vicini di casa avrebbero sentito abbaiare la loro cagnetta, una Chiwawa che era stata lasciata in appartamento, come se avesse reagito alla presenza di estranei. 

Schivati per poco

C’è un ulteriore particolare che potrebbe confermare, secondo la giovane donna, il mancato incontro ravvicinato con i ladri. “Quando siamo entrati, la bimba ha notato come le luci a batteria dell’armadio fossero accese, un particolare strano”. Quelle luci infatti “si spengono in poco più di tre minuti, quindi potrebbero essere usciti qualche secondo prima del nostro arrivo”.

Un elemento che inquieta non poco e che lascia il segno nella quotidianità della famiglia trasferitasi recentemente in un rione che, al di là di due tragici fatti di sangue avvenuti nella zona delle case Ater di piazzale Osoppo negli ultimi anni, viene considerato tutto sommato tranquillo e residenziale. “Siamo scioccati” ha ribadito Elisa al telefono. "Non abbiano sospetti su nessuno in particolare" ha concluso la donna anche se da prime indiscrezioni, sembra che i malviventi siano originari da una delle ex repubbliche sovietiche dell'est Europa.   

La famiglia, che mai prima d’oggi aveva subìto un furto, sporgerà denuncia nei prossimi giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

Torna su
TriestePrima è in caricamento