Giardino Pubblico aperto ai cani, ma anche ai padroni maleducati

Da poco tempo il Giardino Pubblico de Tommasini è stato aperto anche al "pubblico canino", ed è facile trovare a scorrazzare per i viali alberati del giardino più frequentato di Trieste, cani di ogni razza accompagnati da felici proprietari. Purtroppo, dalle segnalazioni giunteci, non tutti i "padroni" si comportano educatamente

«È bello vedere finalmente i cani nel giardino pubblico, ma sono schifata da questi maleducati che non raccolgono...», a parlarci è una signora con tre "amici a quattro zampe" al seguito. Sono tutti diversi e sembrano proprio contenti di stare nel verde, ma meno contenta la loro proprietaria. «Per colpa di pochi poi siamo tutti additati come sporchi. Perché non capiscono che devono pulire dopo che i cani hanno fatto i loro bisogni? Ci vorrebbero più controlli».

Diverse le dichiarazioni dei triestini frequentatori del parco pubblico di Trieste intervistati dai  nostri microfoni. Alcuni sono molto arrabbiati sulla decisione di concedere l'ingresso ai cani, altri lo sono solo verso i maleducati che non puliscono le deiezioni dei propri animali da compagnia.

Non avranno comunque vita facile. Sono diversi infatti i controlli da parte della polizia locale, e anche dei "famosi" vigili in bicicletta che in pochi secondi e in maniera del tutto "silenziosa" riescono a controllare ampie parti del giardino. Salate le multe, ma contro la maleducazione non rimane altro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

Torna su
TriestePrima è in caricamento