"Sette giorni in rosa", il nostro viaggio verso la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Parte oggi con l'intervista all'Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Trieste Serena Tonel il nostro reportage in "rosa", per raccontarvi sette professioniste che occupano una posizione di rilievo ma che nella quotidianità sono soprattutto donne

Serena Tonel è Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Trieste. È stata eletta tra le fila della Lega e ricopre il ruolo istituzionale dal 2016, anno in cui Roberto Dipiazza vinse le ultime elezioni amministrative contro il sindaco uscente Roberto Cosolini. La Tonel nasce a Trieste nel 1980 ed è laureata in Giurisprudenza, titolo conseguito nel 2013 presso l'Università degli Studi di Trieste.

La Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

La scorsa settimana ha presentato le iniziative del Comune di Trieste, in collaborazione con il GOAP - Centro Antiviolenza e la Casa Internazionale delle Donne, per quanto riguarda la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. Questa mattina l'abbiamo sentita in merito proprio all'importanza della giornata e alle attività fondamentali per portare avanti un messaggio chiaro di contrarietà nei confronti dei maltrattamenti. 

Riconoscere la violenza

"Il cartellone che proponiamo ormai da tre anni e che abbiamo chiamato "Mai! Nemmeno con un fiore" - ha affermato l'Assessore - dà l'idea del cambiamento culturale che vogliamo promuovere sul tema della violenza sulle donne. È un tema di attualità anche a Trieste. Casi di violenza domestica in qualche caso possono sfociare anche in casi efferati. Quello che si vuole fare è agire sulla prevenzione e sul cambiamento culturale. Anche ad esempio per riconoscere la violenza, sembra banale ma qualche volta ci si trova di fronte a violenza psicologica e a condizionamenti che pian pianino possono raggiungere una progressione se non vengono stoppati in tempo". 

Il Comune attivo 365 giorni all'anno

"La manifestazione vuole dare degli spunti di riflessione collettivi - ha aggiunto la Tonel - attraverso momenti culturali, artistici, teatrali che possono avere un linguaggio spendibile anche con chi non è magari avvezzo ad affrontare questi argomenti. Tutto questo si svolge a novembre in modo condensato anche se il Comune di Trieste è attivo sull'argomento tutto l'anno. Ricordo che è importante dare il messaggio che lavoriamo su tre aree diverse con altri assessorati". 

Il tavolo tecnico del 23 novembre

Il 23 novembre infatti si riuniranno molti soggetti attorno ad un tavolo tecnico che per il Comune sarà rappresentato dalle aree Sicurezza, Politiche Sociali e, per l'appunto le Pari Opportunità. "La gestione dei casi che hanno un impatto sociale sulla vita quotidiana e sulle violenze - ha affermato la Tonel - viene affidata alle Politiche Sociali dell'Assessore Carlo Grilli. Le aree diverse rappresentano una sorta di task-force del Comune". Quest'anno il tavolo tecnico avrà come oggetto principale la violenza cosiddetta "assistita", vale a dire la presenza di minori che assistono alle violenze domestiche - e anche nel caso in cui siano loro stessi a subirla. 

A Trieste si denuncia più che in qualsiasi altra città d'Italia

Trieste rappresenta la città con il più alto numero di denunce di violenze. "Questo significa che tutte le istituzioni che operano nel campo della prevenzione, della sicurezza e delle politiche sociali siano state, a partire dalle forze di polizia, capaci di creare una rete di fiducia a cui le vittime di violenza possono rivolgersi" ha precisato la Tonel. "Anche in questo dimostriamo di essere all'avanguardia. Abbiamo la nomea di essere una città dove da sempre l'emancipazione delle donne è particolarmente spiccata a partire dall'Ottocento". 

Serena Tonel ha voluto poi concludere sottolineando come per quanto riguarda il Comune ci siano molti appuntamenti legati al tema della violenza sulle donne. "Un'altra iniziativa importante è LEI (Libertà, Eguglianza e Identità ndr) che abbiamo avviato a settembre con una serie di spettacoli teatrali a cura di Isabel Russinova che hanno l'obiettivo di dare punti di vista diversi su quello che è l'universo femminile, la condizione della donna, su come è cominciata la lotta per la difesa dei diritti politici e umani, quello che significa subire delle violenze, cercare di attestarsi nel campo professionale nonostante l'ambiente sia ostile, sono tutti temi su cui lavoriamo tutto l'anno per diffondere questo cambiamento culturale il più possibile"

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento