Termina a Trieste il giro d'Italia dedicato alla disabilità

I ragazzi sono arrivati ieri, 15 giugno, nella sede della Lega Navale. Un viaggio che ha lasciato emozioni indelebili sia negli organizzatori che nei partecipanti.

Si è concluso ieri il progetto "Il giro di speranza", un viaggio attorno alla Penisola per sensibilizzare sulla disabilità. L'iniziativa è nata con la collaborazione della Consulta Regionale delle Associazioni di Persone Disabili e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia ed è stato promosso dalla Sezione di Trieste della Lega Navale Italiana, in occasione del proprio centenario, “Dis-Equality – Tutti diversamente uguali – Un giro di speranza”.  I ragazzi sono arrivati ieri, 15 giugno, nella sede della Lega Navale di Trieste. Un viaggio che ha lasciato sicuramente segni indelebili non solo per i giovani che hanno dovuto affrontare un viaggio incerto, situazioni imprevedibili che solo il mare sa creare, ma anche per chi li ha accompagnati ed ha vissuto giorno dopo giorno un percorso fatto di emozioni e prese di coscienza. Tra la commozione e la soddisfazione di chi sa di aver concluso un ciclo importante, il pomeriggio si è concluso con un brindisi e tanti sorrisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

Torna su
TriestePrima è in caricamento