"Mai più antifascismo", striscione contro la Resistenza a Gorizia

Sono giorni "caldi" quelli che precedono il tradizionale raduno che commemora la X Mas e che, come ogni anno, si tiene nel capoluogo isontino in occasione dell'anniversario della battaglia di Ternova del 1945. L'Anpi organizza una contromanifestazione

Anche se non è ancora noto chi abbia affisso lo striscione "Gorizia grida mai più antifascismo", slogan apparso questa mattina sotto il ponte del cavalcavia nell'area del cimitero del capoluogo isontino, è evidente che anche quest'anno la tradizionale commemorazione dei simpatizzanti della X Mas in arrivo a Gorizia il prossimo 18 gennaio sarà oggetto di polemiche e di contrapposizione. Al momento nessuna rivendicazione da parte di gruppi organizzati è apparsa né sui social, né sulla stampa. La fotografia è stata pubblicata nella pagina "Forum Gorizia".  

Raduno X Mas, a Gorizia municipio "blindato"

Tornando alla commemorazione, il labaro della formazione fascista che fu guidata da Junio Valerio Borghese, nel 2019 entrò nel comune di Gorizia, suscitando aspre polemiche soprattutto da parte dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia. La "sfida" a colpi di memoria con ogni probabilità si ripeterà anche per l'edizione 2020 e già promette "scintille". L'Anpi ha infatti fatto sapere che in occasione del raduno della X Mas è in programma una contromanifestazione, con un corteo che attraverserà la città.  

Dall'altra parte, assieme ai simpatizzanti della X Mas e della Repubblica Sociale Italiana, sarà presente "come ogni anno" anche CasaPound. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Ridotto sul lastrico dopo la separazione: sempre più padri "rovinati" dagli alimenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento