Gorizia, quattro casi di violenza sessuale in tre giorni: arrestato dalla Polizia

La descrizione fornita dalle vittime in sede di denuncia unitamente ai riscontri dei sistemi di videosorveglianza cittadini hanno permesso di individuare il 32enne pakistano

La scorsa notte la Polizia di Stato di Gorizia ha eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un cittadino pakistano, ritenuto responsabile di violenza sessuale continuata. L’uomo, trentaduenne, è considerato l’autore di almeno quattro episodi di violenza verificatisi negli ultimi giorni nel centro di Gorizia.

La descrizione fornita dalle vittime in sede di denuncia unitamente ai riscontri dei sistemi di videosorveglianza cittadini hanno permesso di individuare il pakistano nella serata di ieri in corso Italia; fermato da personale della Squadra Mobile della Questura e invitato ad accomodarsi nella vettura di servizio ha tentato la fuga ma, grazie anche all’intervento di una “volante”, è stato bloccato subito dopo nella vicina piazza del Municipio.

Lo straniero, «in stato di fermo di indiziato di delitto», è stato condotto in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria. «Ancora una volta il binomio controllo del territorio da parte della Polizia di Stato e collaborazione della cittadinanza ha consentito di ripristinare tempestivamente una condizione di serenità per la pubblica opinione», spiega una nota della Questura.

Soddisfatto dell'esito delle indagini svolto il sindaco Romoli: «Come ho avuto già sostenuto più volte, a Gorizia le forze dell'ordine, coordinate dal questore, stanno facendo un ottimo lavoro e lo hanno dimostrato anche in quest'ultima occasione riuscendo a fermare nel giro di poche ore il presunto colpevole delle violenze segnalate. Un plauso, quindi, per questa operazione. Non voglio entrare nel merito dei fatti accaduti perchè ho già chiarito più volte il mio pensiero sulla questione migranti e, purtroppo, la colpevole inerzia con cui Stato e Regione stanno gestendo questo fenomeno esaspera i cittadini provocando la stigmatizzazione di questi episodi».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • La boldrini andrebbe CACCIATA A PEDATE NEL DERETANO assieme alle sue "RISORSE" ..... Sputo !!!

  • Nells....ovviamente vale anche per te. Zecche carsiche! Immagino una buona famiglia, tutti i desideri appagati da papà e mamma, e la bandiera della pace fuori dal poggiolo.... VOMITO!!!!

  • Rodolfo..... È lo pseudonimo di Boldrini,spero....altrimenti...Fuck you!

  • Ma poverino!!!!! Lo stato italiano (minuscolo), oltre a telefono,pasti e soldini,deve provvedere all'estetica prima,accidenti! La Patata Italica! E una bella stringata dove dico io alla maniera anglosassone che lo renda impotente no,eh? Oddio cos'ho detto...ora Boldrini mi manderà la Digos a casa.....

  • io penso che errore grande abbiamo fatto ad aderire a Schengen .che bene si stava con i confini chiusi.tutti a casa propria .

  • Questo pachistano è "incompatibile" con la nostra società, per il semplice fatto che non si adeguerà mai ai nostri usi e costumi: la sua religione lo proibisce! I cardini della sua religione sono in contrasto con la nostra Costituzione, ma anche con quella francese o tedesca o spagnola. Per loro vale di più il fedele dell'infedele, l'emirato vale più della democrazia, e non per ultimo come l'esempio di cui sopra, vale di più l'uomo della donna. Prima ci liberiamo di questa squallida ed orrenda ideologia, rimandando a casa coloro che la supportano, prima potremo vivere in modo tranquillo e felice!

  • Taiarghe le bale saria meio.

  • in foto, un MAIALE della Pakistandia :-) Legnatelo a oltranza, forse ritorna a casa sua, il coglione.

  • Goriziani...mettelo al muro !!!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Economia

    Crisi industria, CGIL: "Più di 1000 lavoratori a rischio"

  • Cronaca

    "Campagna acquisti" della Lega, Manuela Declich abbandona Forza Italia

  • Cronaca

    La CISL: "Da mesi Alma in ritardo con gli stipendi"

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Rogo in strada di Fiume 16, a fuoco i sotterranei di un palazzo

Torna su
TriestePrima è in caricamento