A scuola con le Fiamme Gialle: quasi 1000 alunni al progetto "Educazione alla legalità economica"

Molto apprezzati dagli studenti gli interventi delle unità cinofile che hanno realizzato seguitissime dimostrazioni di ricerca di sostanze stupefacenti, banconote e tabacchi

Nel mese di maggio le Fiamme Gialle triestine hanno concluso il ciclo di incontri con gli studenti delle scuole realizzati per parlare di cultura della legalità economica nell’ambito della sesta edizione dell’omonimo progetto.
L’iniziativa trae origine da un Protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca finalizzata a promuovere, nell’ambito dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria.
L’intento è di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione nonché dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Di concerto con il predetto Dicastero, è stato sviluppato il progetto denominato “Educazione alla legalità economica” che, anche per l’anno scolastico 2017/2018, ha visto organizzati, a livello nazionale, incontri presso le scuole orientati a:
- creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”;
- affermare il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria;
- stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche.
All’iniziativa è stato abbinato un concorso denominato “Insieme per la legalità”, con lo scopo di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle scuole, sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché sulle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la loro espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica.

Gli interventi hanno coinvolto i seguenti Istituti scolastici tra primari e secondari:
Istituto Umanistico “Slomsek”;
Istituto Tecnico Statale “Alessandro Volta”;
Istituto Comprensivo “Campi Elisi”;
Istituto Comprensivo Statale “Nanoški Trg”;
Istituto Comprensivo di via Commerciale “R. Manna”;
Istituto “Sacro Cuore di Gesù”;
Istituto “Carducci/Dante”.
Oltre 50 le classi e quasi 1000 gli alunni che hanno partecipato con vivo interesse ed entusiasmo, con particolare riguardo ai temi della contraffazione, del mondo dei giochi e delle scommesse e del contrasto ai traffici illeciti di sostanze stupefacenti.
Particolarmente graditi, soprattutto ai più piccoli, gli interventi delle unità cinofile che hanno realizzato seguitissime dimostrazioni di ricerca di sostanze stupefacenti, banconote e tabacchi.

gdf 2-2-3

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento