Dimezzati i ricoveri da ictus durante il lockdown: lo studio di Università e Asugi

Invito alla cittadinanza a non sottovalutare i sintomi neurologici sospetti per l’ictus. Uno studio in collaborazione con Pronto Soccorso e 118

Si è registrato un calo di circa il 50% dei ricoveri per ictus nella fase 1 della pandemia da Covid 19, nonostante la creazione di percorsi dedicati a pazienti negativi e positivi. È quanto riporta uno studio appena pubblicato dalla Clinica Neurologica dell’Università di Trieste, diretta dal Professor Paolo Manganotti e in collaborazione con Pronto Soccorso e 118. 

Tale riduzione è imputabile al fatto che i pazienti con sintomi lievi o transitori, per quanto ad alto rischio di sviluppare disabilità future, hanno preferito restare a casa. È importante che tutti i pazienti con sintomi neurologici acuti si rivolgano al sistema dell’emergenza per la diagnosi e tempestiva terapia del caso che ha sempre continuato a funzionare con efficacia. I dati dello studio della Clinica Neurologica sono in linea con quanto rilevato a livello nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il link allo studio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

Torna su
TriestePrima è in caricamento