Il Tram "scalpita", ma «attendiamo il nulla osta Ustif». Bucci: «Servizio costoso, ma simbolo di Trieste»

Il presidente dell Trieste Trasporti punta al «patrimonio dell'Unesco»

l'incidente del 16 agosto 2016

Si avvicina l'anno di inattività del Tram di Opicina. Lo storico servizio è fermo da quel drammatico 16 agosto dell'anno scorso quando due vetture si sono schiantate per motivi ancora al vaglio della magistratura. Da allora il Comune e la Trieste Trasporti si sono attivati per ripristinare prima possibile la linea tanto cara ai triestini, ma amato anche dai turisti. 

«Noi quello che dovevamo fare l'abbiamo fatto, ma finchè non c'è nulla osta Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi) non possiamo stimare la data di ripristino del servizio - ha spiegato l'amministratore delegato Trieste Trasporti Aniello Semplice -; nel momento in cui lo avremo ci prenderemo 7 giorni di pre esercizio».

«Il Tram è un servizio costoso e forse la linea più passiva della società, ma è uno dei simboli della città e a prescindere dal costo verrà confermato e riqualificato - ha ribatito l'assessore al Turismo Maurizio Bucci -. Sarà sempre un servizio pubblico, ma verranno istituite giornate sperimentali con costi diversi e dedicati al turista a cui proporre un'esperienza emotiva unica; noi non venderemo un trasporto, ma un servizio turistico: persona a bordo con costume d'epoca che racconti la storia, un raccordo con visita alla Grotta Gigante, magari poi anche un'offerta di prodotti tipici. Il problema del turista non sono tanto i costi ma la qualità e professionalità del servizio, su questo sono molto preciso e perfezionista».

«Pensando all'unicità del mezzo, poichè non esistono di simili in Europa, il mio sogno sarebbe farlo diventare patrimonio dell'Unesco  - ha detto il presidente Pier Giorgio Luccarini -; è il mio sogno, ma non credo sia una grandissima fantasia con una volontà politica comune».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ad agosto vado ad Heildelberg, li c'è un tram a cremagliera che porta al castello, a musei e ad altre amenità. Se lo dovessi trovare inagibile mi incazzerei molto. Così si sono giustamente incazzati alcuni turisti che, ospitati al Campeggio Obelisco, erano venuti a Trieste non per vedere lo staff di Trieste Trasporti ma per farsi un giro sul tram de Opcina.

  • poi ci sono altre funicolari quella di Napoli, Genova , Bergamo quella diNapoli dovrebbe essere la più famosa, e molte altre minori

  • Solito dei i ne conta la storia del orso senza concluder niente e in tanto l'estate se ne và...

  • » „Pensando all'unicità del mezzo, poichè non esistono di simili in Europa, il mio sogno sarebbe farlo diventare patrimonio dell'Unesco - ha detto il presidente Pier Giorgio Luccarini -; è il mio sogno, Egregio presidente prima di presentare una domanda all'Unesco si vada a vedere in internet quanti tram a funicolare ci sono in Europa, E' passato un anno ed il percorso del tram che dovrebbe essere pulito prima di entrare in funzione è in condizioni pessime, la fermata di Banne ha le ringhiere rotte e ruggini, ho parlato con lei a "Sveglia Trieste" tempo fa segnalando la situazione, altrettanto ho fatto con il vice presidente Scoccimarro oggi, 14/6/2017 sempre per "Sveglia Trieste" di interessarsi presso il comune per una manutenzione che non viene fatta da anni riguardo il percorso e le fermate, la fermata di Banne da qualche decennio," si decennio," ha le ringhiere rotte e tutte ruggini, il tornello è staccato, più in su c'è uso un termine triestino una caponera ai margini delle rotaie con il terreno carico di ferri immondizie vasche da bagno insomma di tutto, logicamente neanche lui pare non si voglia occupare, dato che questa mattina ha detto che quei soldi per la manutenzione il comune dovrebbe toglierli agli asili o scuole, ed è meglio che siano spesi così,. dunque come si può presentare una chicca di Trieste con il percorso che ora è un bosco ma d'inverno quando non ci sono più le foglie che coprono le immondizie diventa una discarica?? Io li percorso lo faccio ogni giorno sarebbe opportuno che anche lei e il suo vice al ripristino del tram faceste un giro per rendervi conto di persona, e una segnalazione al assessore Bucci che tanto ci tiene che cerchi di mettere a posto cose che sono rimaste senza manutenzione da anni, quello che dispiace che come al solito nessun politico si sia reso conto di questi problemi saluti nella speranza che Lei ed il signor Bucci riescano a fare qualche cosa che è di poca spesa, ma di risalto a chi usa sia per turismo sia per andare a lavorare in nostro tram, costoso ma necessario per il turismo triestino e molto

    • Avatar anonimo di Arcistufo
      Arcistufo

      Caro Sig. Sergio, se non sono capaci di eliminare il ciarpame da lei segnalato sui binari (che esiste da una vita e sopravvive di brutto al defunto fruitore iniziale), sono pessimista su tutta la linea. Saluti.

  • Sono d accordo con l'assessore Bucci, è una bella idea, moderna e praticabile. Peccato che non si siano potute tenere tutte le nostre filovie, che erano una rete di dimensioni importanti.

    • e anche tutti i tram, che in altre parte d'Italia e Europa sono rimasti, abbiamo sempre avuto dei geni nella politica a Trieste alcuni purtroppo sono rimasti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Mega yacht al Molo Pescheria: Trieste si conferma punto di riferimento (FOTO)

  • Cronaca

    Nasconde cocaina in un accendino e la offre a un poliziotto: arrestato

  • Cronaca

    "Pedocin": stop alle sdraio lasciate sotto il porticato

  • Eventi

    Electric Run in “corto circuito”, Polidori: «Valuteremo sanzioni»

I più letti della settimana

  • Incidente in via Flavia: anziana in ospedale

  • Auto impazzita punta verso la piazza all'Electric Run: conducente scortato via in stato confusionale

  • Incidente auto-moto-camper a Sistiana: motociclista in codice rosso all'ospedale

  • Incidente mortale in A4: deceduto l'autista di un furgone. Traffico in tilt

  • Electric Run in “corto circuito”, Polidori: «Valuteremo sanzioni»

  • Tentano di rubare cellulari da Mediaworld e picchiano gli addetti alla sicurezza: arrestati per rapina

Torna su
TriestePrima è in caricamento