Incendio in un appartamento a Ponziana: tecnico della Tim sente le urla e spegne le fiamme

L'uomo e la ragazza che abita nell'alloggio lievemente intossicati: sul posto 118, polizia locale e vigili del fuoco

Si chiama Giorgio Polonio, è un dipendente della Tim e membro dell'Associazione nazionale Polizia di Stato - Sezione di Udine ~ Gruppo scorte Trieste a manete, e oggi sprezzante del pericolo che correva è corso in aiuto di una ragazza che urlava nel vano scale del palazzo di via Ponziana 4. 

Le urla della giovane erano dovute alle fiamme sprigionate all'interno della cucina dell'appartamento: Giorgio Polonio, nonostante il fumo, si è introdotto nella stanza e ha tenuto a bada l'incendio spegnendolo prima dell'arrivo dei vigili del fuoco che erano stati allertati in precedenza. I pompieri giunti sul posto hanno completato le operazioni, mentre il personale del 118 ha soccorso sia la ragazza che l'uomo lievemente intossicati dai gas della combustione (per loro una terapia con ossigeno a Cattinara come si vede nella foto). 

Giorgio Polonio ha incassato i complimenti dei vigili del fuoco soprattutto per l'intuizione di chiudere il gas dell'appartamento come prima azione al fine di evitare il peggio per lui, la ragazza e gli altri condomini. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Salve a tutti, sono la ragazza dell’incendio di Via Ponziana 4. Volevo comunicarvi che le notizie che sono state dichiarate sono false; per prima cosa nell’appartamento io ero sola, ad avermi svegliato è stata Sabrina, la mia vicina che voleva passare a salutarmi, quando ho visto le fiamme dell’incendio sono corsa a chiamare lei per domandarle aiuto e non mi sono messa a urlare per tutte le scale. Il signore si è trovato lì per caso perché stava uscendo dalla casa di un altro dei vicini ed è stato quello che in tutto ciò ha fatto meno. L’incendio è stato domato da me e da Sabrina. L’idea di chiudere il gas, infatti, è venuta proprio a quest’ultima. Non a caso, in ospedale il signore è stato dimesso per primo mentre io e l’altra ragazza siamo state trattenute fino alle 23, quando ci hanno dimesso sotto nostra richiesta perchè i medici avrebbero voluto ricoverarci. Ancora oggi io sono stata male e pure lei, perché siamo state le due più a contatto con l’incendio e le due che hanno inalato più fumi nocivi. Mi sembrava giusto avvisarvi di come stanno realmente le cose, sia per correttezza nei miei confronti e quelli di Sabrina che ieri abbiamo veramente rischiato la vita. Caro signor Polonio, se fossi in lei mi vergognerei per ciò che ha detto solo per poter passare da eroe.

  • Bravo!!!

  • si! bravo! magari ce ne fossero molti come lui!

  • cuor de omo BRAVO !!!

  • Sono la figlia, penso di poter dire di essere veramente fiera di lui!

    • sicuramente

  • Bravo il tecnico della Tim, e alla ragazza dico: Passa a Tim che Tim conviene

    • Se racconta menzogne come il signore proprio no che non passo a Tim. Grazie.

  • Complimenti vivissimi

  • Davvero COMPLIMENTI! Xe bel saver che esisti ancora persone che rischia per aiutar il prossimo:-) El dovessi andar a far anche lui il vvf perchè non xe da tutti andar dove tutti scampa, e tantomeno gaver, in quei momenti concitati, l’intuizion de serar la valvola del gas. BRAVO!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ennesimo incidente in ex GVT: traffico in tilt

  • Cronaca

    Sei vagoni si sganciano e viaggiano per chilometri fino a Gorizia

  • Cronaca

    Venti decessi ogni 1000 persone per tumori, Trieste tra le città dove si muore di più

  • Cronaca

    Sfonda la vetrata di un negozio e ruba 2.600 euro: arrestato

I più letti della settimana

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Vivono in 35 metri quadri dopo aver perso tutto, la storia di una famiglia a Opicina

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Donna trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Elezioni comunali 2019, come si vota: la guida completa

Torna su
TriestePrima è in caricamento