Brutto incidente in Costiera: strada chiusa per oltre quattro ore

Durante lo schianto il motore della Seat Leon che ha provocato l'incidente si è staccato finendo su una Fiat 500 in arrivo

Un sabato sera finito male per le cinque persone coinvolte ieri sera in un brutto incidente in Costiera
Verso l'una di notte infatti , nei pressi dell'hotel Riviera, una Seat Leon guidata da un ventitreenne con a bordo altre tre persone si è schiantata prima sul guardrail e successivamente è finita addosso ad un'altra auto, una Hunday I10, con alla guida una donna di 47 anni, proveniente dal senso di marcia opposto.

Velocità e scarsa attenzione le cause della perdita di controllo del mezzo, il cui motore si è addirittura staccato durante lo schianto finendo su una Fiat 500, guidata da un ventinovenne, che stava arrivando, colpendo per fortuna solo un lato dell'auto.
Fortunatamente e quasi incredibilmente solo ferite lievi per le persone coinvolte.
Sul posto il 118 con due ambulanze che ha tempestivamente trasportato i cinque all'ospedale di Cattinara e la Polizia locale che ha chiuso immediatamente la strada Costiera, rimasta interdetta al traffico per oltre quattro ore. Presenti infine i Vigili del Fuoco per liberare in sicurezza la carreggiata dai veicoli incidentati.

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Piante grasse, ecco 5 motivi per cui averle in casa fa bene alla salute

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

  • Non vuole pagare il biglietto del bus e ferisce due agenti Italpol

Torna su
TriestePrima è in caricamento