Inseguimento tra Opicina e Col, arrestati i due passeur

Intorno alle 12 un furgone entrato in Italia dal valico di Fernetti non si è fermato all'alt intimatogli dai Carabinieri e si è dato alla fuga. Durante l'inseguimento il van si è schiantato frontalmente con una Skoda Octavia targata Lubiana. Uno dei due passeur sarebbe in gravi condizioni, come anche due dei 12 migranti "stipati" dentro il bagagliaio

Foto Balbi (Primorski Dnevnik)

Un furgone con targa italiana con alla guida due passeur di origine straniera è stato intercettato sulla strada tra Fernetti e Opicina dai Carabinieri della stazione di Aurisina/Nabrežina, questa mattina intorno alle 12. Il furgone, entrato in Italia dal valico di Fernetti non si è fermato all’at intimatogli dai militari e ha imboccato la strada verso Col. Le volanti dei militari dell’Arma si sono date all’inseguimento del mezzo a bordo del quale, nel bagagliaio, erano “stipati” 12 migranti.

L’alt e la corsa in macchina

L’inseguimento si è concluso a causa di un incidente che ha coinvolto una Skoda Octavia targata Lubiana sulla quale viaggiavano tre donne slovene. Il furgone, dopo aver perso il controllo subito dopo la curva del ponte della ferrovia, ha centrato l’autovettura che percorreva la carreggiata nel senso opposto.

Immediatamente dopo l’incidente un passeur ha tentato di darsela a gambe, come pure alcuni migranti, ma i Carabinieri intervenuti hanno fermato i fuggitivi, arrestando il conducente del furgone e il suo “socio”. I due passeur viaggiavano a bordo di un furgone a noleggio.  

Il frontale e l’arrivo dei soccorsi

Dopo lo schianto tra le due vetture sono stati chiamati i sanitari del 118 per soccorrere i numerosi feriti. Sul posto infatti sono accorse tre ambulanze, di cui una da Monfalcone e l’automedica. il guidatore del furgone e due migranti sono rimasti feriti in maniera grave nello schianto e per questo si è reso necessario l’invio dell’elisoccorso che, giunto sul posto, li ha caricati e trasportati all’ospedale di Cattinara. Le tre donne slovene alla guida della Skoda Octavia sono ricoverate, non sembra in gravi condizioni, presso l’ospedale Maggiore di Trieste mentre gli altri feriti sono stati “smistati” tra i reparti degli ospedali di Gorizia e Udine.

Gli accertamenti da parte delle forze dell’ordine sono in corso e ci vorrà qualche giorno per ricostruire i dettagli, anche a causa dello smistamento tra gli ospedali della regione, delle persone coinvolte nell’operazione e rimaste ferite.

“Mercanti di uomini”

Sul Carso sono numerosi gli arresti di passeur effettuati dalle forze dell’ordine negli ultimi mesi. In questo periodo dell’anno, nelle zone interessate dalla rotta balcanica, il freddo dell’inverno è già arrivato e molti migranti, a fronte del pagamento di una somma ingente, si affidano a passeur che li accompagnano fino a passare l’ex confine di stato tra Slovenia e Italia. In questo caso agli “schiavisti” è andata male.

Potrebbe interessarti

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • Gli effetti benefici dell'anguria, il frutto più atteso dell’estate

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Avvistato squalo volpe nelle acque del golfo di Trieste

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Carico da oltre 9 tonnellate rovina addosso ad una macchina, illesi gli automobilisti

  • Trauma cranico dopo un tuffo in Val Rosandra: soccorso un 17enne

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento