Incidente mortale sulla sopraelevata: perde la vita un 59enne triestino

Il tragico schianto contro il guardrail di cemento con il suo scooter: sul posto personale della Polizia, Anas e medico legale. Strada chiusa per i rilievi

Avrebbe perso autonomamente il controllo dello scoter, un Honda SH 300, per poi finire contro il guardrail in cemento. Questa secondo i primi rilievi la dinamica dell'incidente mortale lungo la Grande viabilità triestina tra lo svincolo di Muggia e quello di via Caboto, in direzione Trieste.

Lo schianto mortale sarebbe avvenuto intorno alle 22.45 nel quale avrebbe riportato importanti traumi cranio-facciali e agli arti: a nulla è servito purtroppo l'intervento degli operatori del 118 giunto sul posto insieme alla Polizia di Stato e al personale Anas. A perdere la vita è stato il triestino Gianni Maranzina di 59 anni.

La superstrada è stat chiusa (in direzione Trieste con uscita obbligatoria alla Grandi Motori) a San Dorligo della Valle, fino alla fine dei rilievi della Polstrada e del medico legale

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nue 112, la Giunta regionale aumenta il personale in servizio: «Troppe chiamate»

  • Cronaca

    Soccorsi in montagna due escursionisti: una triestina e un goriziano

  • Cronaca

    Forte odore di idrocarburi in città, Arpa: «Si tratta degli sfiati delle cisterne delle petroliere»

  • Cronaca

    Utopia attracca davanti piazza Unità: yacht da 500 mila dollari a settimana (FOTO)

I più letti della settimana

  • Tensione in via Torre Bianca: "parcheggiatore" e conducente vengono alle mani (FOTO)

  • Incidente in Costiera: quattro auto coinvolte, feriti e traffico in tilt (FOTO)

  • Piazza Unità blindata per "La sofferenza degli innocenti": 8500 spettatori da tutta Italia e paesi confinanti

  • Ubriaco al volante: perde lo pneumatico in strada per Opicina e prosegue per 5 km

  • Poliziotto con il naso rotto e selle degli scooter tagliate: oltre alla delusione, l'inciviltà post Alma-Virtus

  • Si masturba davanti a tre minorenni: assolto per il luogo «non abitualmente frequentato da minori»

Torna su
TriestePrima è in caricamento