Incidente a Sgonico: la vittima aveva insegnato all'Università di Trieste

Il motociclista 53enne coinvolto nel sinistro era Alessandro De Vita, docente della King's College London

Foto: Udine Today

Si è spento ieri all'ospedale di Cattinara il professor Alessandro De Vita, aveva 53 anni ed era originario di Udine ma aveva studiato e insegnato all'università di Trieste

L'incidente

L'incidente era avvenuto nei pressi del raccordo autostradale Trieste-Lisert, in direzione Venezia. A seguito di un impatto con un camion, le cui dinamiche sono tuttora al vaglio delle forze dell'ordine, Alessandro si era ritrovato sbalzato dal suo mezzo, incastrato con le sue gambe sotto le lamiere del rimorchio. poi, il tragico epilogo all'ospedale di Cattinara.

Chi era

Come riporta Udine Today, il professore universitario da oltre una decina d'anni viveva all'estero. Ex studente dell'Università di Fisica a Trieste, Alessandro aveva conseguito un dottorato in Fisica e Ingegneria dei Materiali e ulteriori studi che lo avevano portato ad essere un esperto della modellazione della materia e della dinamica molecolare  per la modellizzazione di sistemi e processi su scala nanometrica. Durante la sua carriera aveva lavorato in varie istituzioni del Regno Unito e dell'Unione Europea, tra cui le Università di Keele, Oxford e Cambridge, l'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Losanna (EPFL) e l'Università di Trieste, di cui dal 2008 era professore associato di scienza e tecnologia dei materiali. Nel 2012 aveva co-fondato il CECAM UK-JCMaxwell, coordinando eventi scientifici a livello europeo organizzati dai colleges londinesi e dalle università di Oxford e Cambridge.

Nel 2010 era diventato Professore di Fisica al King's College di Londra, dove dal 2011 ricopriva il ruolo di Presidente del Collegio di valutazione della Facoltà di Scienze naturali e matematiche. Era membro del comitato consultivo scientifico della rete Psi-K dell'UE per la quale era stato anche portavoce del WG5 - "Ibrido classico e metodi quantistici" (2003-2008). Era stato, inoltre, direttore del KCL ed ex presidente del Thomas Young London Centre, che aveva contribuito a fondare nel 2006.

Il ricordo del Rettore

Così lo ricorda il Rettore Fermeglia: “Stimato dagli studenti per le sue capacità didattiche e la sua grande umanità, rispettato dai colleghi per la sua profondità nel fare ricerca scientifica, Alessandro è stato e rimarrà un esempio per tutti noi, con la sua capacità di portare avanti nel suo lavoro, che tanto amava, le due principali strategie di sviluppo del nostro Ateneo, l’internazionalizzazione e la ricerca interdisciplinare”. Il Rettore e l’Università tutta si uniscono con profonda commozione al dolore della famiglia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendia la tenda di un bar a Opicina: denunciato 62enne

  • Cronaca

    ICGEB: Lawrence Banks è il nuovo direttore generale

  • Cronaca

    Controlli sulle biciclette abbandonate, la Polizia Locale ne recupera 19

  • Cronaca

    La Barcolana presenta l'edizione 2019 e fissa il "tetto" delle 2700 barche

I più letti della settimana

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Vivono in 35 metri quadri dopo aver perso tutto, la storia di una famiglia a Opicina

  • Il Festival della pizza sbarca a Trieste

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Venti decessi ogni 1000 persone per tumori, Trieste tra le città dove si muore di più

Torna su
TriestePrima è in caricamento