Nebbia e incidente: traffico a rilento sull'A4

Due mezzi in panne e un incidente, oltre alla presenza di banchi di nebbia, hanno causato molte code sull'A4. Si ricorda che, in presenza di nebbia, il limite di velocità scende a 50 chilometri orari

Traffico a rilento nella mattinata di lunedì 18 febbraio sulla autostrada A4 in diversi punti della rete. La nebbia a banchi apparsa nella pianura veneta, con una visibilità anche inferiore a 100 metri, ha reso difficoltosa la circolazione di auto e mezzi pesanti, fin dalle prime ore della giornata. In direzione Venezia, nel tratto in cui insistono i lavori per la costruzione della terza corsia tra il bivio di Palmanova e Latisana, un autoarticolato ha perso uno pneumatico.

Due incidenti in A4: due persone all'ospedale

L'incidente

L’intervento del personale di Autovie Venete ha permesso la rimozione dell’ostacolo. Questo, però, ha causato code tra l’interconnessione della A4 con la A23 (bivio di Palmanova) e Latisana. Quindi alle 08.30, poco prima dello svincolo di Palmanova, si è verificato un incidente tra due auto, dalle conseguenze fortunatamente lievi per uno dei due conducenti. Sul posto la polizia stradale per i rilievi, il personale sanitario di Autovie Venete e l’elisoccorso.

Rallentamenti

Nello stesso tratto un mezzo in panne in corsia di sorpasso ha ulteriormente rallentato la viabilità. Il traffico ha raggiunto i 6 chilometri di coda. Al momento si registrano ancora rallentamenti tra Villesse e Palmanova in direzione Venezia. Persistono ancora fitti banchi di nebbia tra San Donà e Portogruaro in entrambe le direzioni. Si ricorda che, in presenza di nebbia, il limite di velocità scende a 50 chilometri orari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

  • "Scambio di persona", spunta un'altra versione sull'aggressione a Muggia

  • Lite in via Carducci, intervento della Squadra Volante

  • Dimagrire in fretta, i trucchi per accelerare il metabolismo

  • Segnala il furto di una macchina a Montedoro, ma per il Direttore e la Polizia non v'è traccia

  • Pugno di ferro del Questore, giù la saracinesca del bar Moderno

Torna su
TriestePrima è in caricamento