Invade la corsia opposta e va a sbattere contro un platano, conducente in ospedale

L'incidente avvenuto poco dopo le 17 in viale Miramare all'altezza dell'entrata in Porto Vecchio. Sul posto Polizia Locale, Carabinieri, Sanitari del 118 e Vigili del Fuoco. La macchina avrebbe invaso la corsia opposta. Dinamiche ancora da accertare

Perde il controllo della autovettura che stava guidando, invade la carreggiata opposta e va a sbattere contro un platano di viale Miramare. È successo circa un'ora fa all'altezza dell'entrata del Porto Vecchio. La macchina, un Opel di colore grigio secondo le prime indiscrezioni, stava viaggiando da Barcola verso centro città e improvvisamente ha invaso l'altra carreggiata andando a sbattere contro uno degli alberi che compongono tutto il lato della strada.  

La dinamica ancora da accertare

La macchina avrebbe sbandato sul fianco e i vetri della stessa sono andati in frantumi. Sul posto sono arrivati i Carabinieri, la Polizia Locale, il 118 (ambulanza e automedica) e i Vigili del Fuoco che hanno provveduto ad estrarre la donna rimasta intrappolata nell'abitacolo. Da una prima ricostruzione, alcuni cittadini si sarebbero fermati per primi e avrebbero prestato i primi soccorsi aspettando l'arrivo dei sanitari. La signora è stata trasportata in ospedale a Cattinara in codice giallo bordo dell'ambulanza del 118. Ancora da accertare le sue condizioni come pure in fase di accertamento sono le cause dell'incidente. 

Traffico rallentato in entrambi i sensi di marcia che la Polizia Locale ha controllato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento