Infrastrutture, Serracchiani: «Crescita importante: non si può tornare indietro»

Debora Serracchiani commenta il recente report della Cgia di Mestre in base al quale si rileva che i flussi di merci e il peso del sistema economico del Paese si sono spostati sul Nord Est

«Sono dati che sanciscono l'importanza del lavoro compiuto in questi anni sulla terza corsia e sul sistema infrastrutturale in genere, che dovrà essere proseguito da qualunque Giunta regionale, d'intesa stretta con il nuovo Governo e avvalendosi di una governance di primo livello». Lo ha affermato la deputata del PD Debora Serracchiani, gia governatrice del Friuli Venezia Giulia e commissario delegato del Governo alla realizzazione della terza corsia dell'autostrada A4, commentando il recente report della Cgia di Mestre in base al quale si rileva che i flussi di merci e il peso del sistema economico del Paese si sono spostati sul Nord Est.

Per Serracchiani «il reperimento delle risorse, la definitiva messa in sicurezza della concessione e l'impulso straordinario dato ai cantieri non sono un'eredità su cui è cullarsi, ma uno stimolo a fare ancora di più, perché la nostra regione ha un potenziale logistico che noi abbiamo cominciato a portare alla luce. Noi siamo partiti svantaggiati, da un quinquennio in cui non si è battuto chiodo o poco meno, ma chi arriva ora potrà ingranare la quinta» .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A chi ha memoria corta - ha aggiunto Serracchiani - ricordo i convegni dedicati a un porto di Trieste immaginario, o le aggiudicazioni di lotti autostradali senza coperture finanziarie. La crescita dei traffici e la ripresa della competitività della regione oggi sono reali e confortanti, e anche se l'obiettivo per noi non è ancora raggiunto come vogliamo, una cosa è certa: tornare indietro - ha concluso - non si può e non si deve» .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento