Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il piccolo Kris vola verso gli Usa, il decollo dell'aereo da Lubiana (VIDEO)

Il velivolo si è alzato verso mezzogiorno dalla pista di Cerklje na Gorenjskem dove si trova l'aeroporto della capitale slovena. La nonna Fulvia Pieri: "In bocca al lupo amore mio"

 

Prima l'appello disperato da parte della famiglia, poi la raccolta fondi con l'obiettivo raggiunto in circa una settimana ed infine la speranza affidata alle cure dei medici statunitensi. Il piccolo Kris Zudich, bimbo di 20 mesi affetto da atrofia spinale di tipo 1 e la cui vicenda aveva dato vita ad una solidarietà per certi versi unica nel suo genere, è in volo verso gli Stati Uniti dove si sottoporrà alla terapia che, attraverso la somministrazione del Zolgensma, potrebbe bloccare l'avanzamento della malattia rara. 

Raccolti i fondi: Kris andrà a curarsi negli Usa

Le parole della famiglia

"Siamo veramente emozionati - ha raccontato la nonna raggiunta telefonicamente - non abbiamo veramente parole". Alla partenza dell'aereo dalla pista di Lubiana era presente anche una figura professionale molto vicina a Miodrag Kostic, 60enne tra gli uomini più ricchi di Serbia (il fatturato annuale è pari a circa 520 milioni di euro ndr) e numero uno della holding agroalimentare Mk che ha messo a disposizione l'aereo sul quale è stato fatto salire Kris.   

Ana e Matteo Zudich con Kris-2

"E' rimasto talmente impressionato dalla storia di Kris che ha deciso di darci una mano" ha raccontato la nonna. L'aereo si è alzato in volo verso mezzogiorno e dovrebbe atterrare, per fare rifornimento, alla base militare di Goose Bay nella regione del Newfoundland e Labrador. Da qui poi l'aereo riprenderà il volo verso la California. L'atterraggio a Los Angeles è previsto attorno alle due di mattina ora italiana, le cinque di pomeriggio statunitensi. "A bordo è presente anche un medico dell'ospedale di Isola - ha concluso la nonna -. Kris dovrebbe rimanere negli Stati Uniti dai due ai quattro mesi, per poi fare ritorno in Europa".  

La solidarietà al tempo dei social

La cifra record di oltre tre milioni e mezzo di euro era stata raccolta in circa una settimana dopo l'appello lanciato dai genitori Ana e Matteo. Alla raccolta fondi (di cui una parte andranno per le cure del piccolo Kris e il resto potrebbero venir donati a situazioni bisognose ndr) avevano partecipato, oltre alla Uefa, anche personaggi del mondo dello sport come il giornalista di Sky Sport Paolo Condò, la campionessa triestina Silvia Stibilj, la squadra di di calcio slovena del Domzale, l'asso del basket Luka Doncic, l'arbitro internazionale di calcio Damir Skomina e molti altri. 

Ana e Matteo avevano reso pubblica la storia di Kris che era arrivata fino al presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor. Infine, il coinvolgimento del magnate Kostlic e il decollo dalla pista dell'aeroporto della capitale slovena. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TriestePrima è in caricamento