Pista artificiale Aurisina: dalla Regione un contributo per la manutenzione straordinaria

Grazie al contributo della regione Friuli Venezia Giulia, la struttura potrà accogliere un maggior numero di praticanti che frequentano i corsi

Con la pubblicazione sul B.U.R. del contributo a favore della manutenzione straordinaria delle strutture, l'impianto sportivo NEVESOLE di Aurisina, sul carso triestino, sarà sottoposto ad un restyling importante. Sia la pista da discesa (dedicata allo sci alpino ed allo snowboard) che l'anello di fondo verranno migliorati con la sostituzione delle "spazzole" che saranno di nuova generazione e molto più resistenti. Grazie al contributo della regione Friuli Venezia Giulia, la struttura (nata nel 1971), gestita dallo sci club 70 e dalla scuola di sci dell'omonina località, potrà accogliere un maggior numero di praticanti che frequentano i corsi. L'intervento contributivo ha visto l'interessamento dell'assessore alle attività produttive e turismo del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello che, durante la sua visita all'impianto sportivo triestino, nel giugno di quest'anno, si é reso conto dell'unicità della struttura che dà la possibilità di praticare gli sport invernali in un scenario meraviglioso a pochi chilometri dal capoluogo regionale, senza trascurare l'aspetto del turismo sportivo.

Il centro NEVESOLE di Aurisina é caratterizzato da una pista artificiale dedicata allo sci alpino e snowboard della lunghezza di 180m, con una larghezza media di 40m e con una pendenza che va dal 18 del 33%. La pista é servita da un tapis roulant lungo 114m con una forza motrice di 11kW che riesce a trasportare, su una superficie “Ruff Top", 1440 persone all'ora (capacità massima). A valle del pendio si trova un anello per lo sci di fondo, immerso nel bosco, della lunghezza di 1.060m. Tra pochi giorni ci sarà, da parte della Federsci italiana, l’ufficializzazione di Centro federale di avviamento agli sport invernali.

I corsi autunnali 2017, inseriti nel progetto “Centro di avviamento allo sport” del CONI del Friuli Venezia Giulia, termineranno sabato 25 novembre con gli ultimi bambini provenienti dalle scuole materne del Comune di Trieste che si vanno ad aggiungere ai giovani degli istituti primari di Trieste e di Duino Aurisina e dei corsisti che, negli ultimi 2 mesi, hanno avuto l'opportunità di approcciare e praticare lo sci alpino e di fondo sulle piste dell'impianto NEVESOLE, per un totale di 400 iscritti. A tutti i partecipanti (fino ai 10 anni di età) verrà consegnato uno skipass stagionale gratuito, grazie alla collaborazione con PromoTurismoFVG che insieme alla Regione Friuli Venezia Giulia, il già citato CONI regionale ed i Comuni di Trieste (con l'assessorato all'educazione) e Duino Aurisina hanno, in varia misura e modalità, sostenuto le attività di promozione ed avvicinamento agli sport invernali messi in atto dallo sci club 70 e dalla scuola maestri di sci di Aurisina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività sugli sci proseguirà, con lo sci club 70, nei mesi invernali 2018 sulle piste dei poli regionali. L'appuntamento clou é fissato per il weekend 2-4 febbraio 2018 a Forni di Sopra con il Trofeo Biberon dedicato ai giovanissimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

  • Rissa notturna a Sistiana: in sei all’ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento