“La solidarietà e il dono del sangue”, incontro all'Università di Trieste

Appuntamento mercoledì 11 febbraio alle ore 17.00 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Trieste si terrà la conferenza organizzata dall’Associazione Donatori Sangue

Scopo principale dell’ADS da oltre mezzo secolo è, infatti, la sensibilizzazione della comunità al dono del sangue attraverso lo sviluppo di un forte sentimento di solidarietà: il Donatore volontario sceglie di donare il proprio sangue nell’anonimato e senza un compenso, così facendo compie un atto di altruismo. Il Suo “donare” è la forma più pura del “dare”, così, la solidarietà diventa un valore fondamentale nella donazione di sangue dove il “proprio” va all’“altrui”.

L’esigenza di diffondere il valore del dono del sangue e della solidarietà, la volontà di coinvolgere le giovani generazioni che rappresentano il futuro di questo nostro Paese e le molteplici sfaccettature del concetto di solidarietà saranno espresse nella Conferenza che ospiterà un relatore d’eccezione, lo scrittore Pino Roveredo. - Occuparsi degli altri usando lo stile egoista del “Salvarsi-salvando”, perché finché lo fai riesci costantemente ad occuparti di te. Occuparsi degli altri, pensando a noi e ai nostri figli, perché se tutti ci impegniamo a spostare un piccolo sassolino, facile che riusciamo ad abbattere le montagne della sofferenza. - Questo è il messaggio lanciato da un uomo che ha constatato giorno per giorno la fattiva importanza dell’aiuto reciproco.

Alla conferenza interverranno l’Assessore alle politiche sociali, Interventi e Servizi a favore delle Persone con Disabilità, Laura Famulari, il Capo di Stato Maggiore Comando Regionale FVG della Guardia di Finanza, Valerio Zago, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti FVG, Cristiano Degano, il Primario del Dipartimento immunotrasfusionale Azienda ospedaliero universitaria ‘Ospedali riuniti’ di Trieste, Luca Mascaretti e il Presidente ADS, Ennio Furlani.

Durante la mattina del giorno 11, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, l’autoemoteca ADS, mezzo di prelievo in itinere, sosterà davanti alla Facoltà di Economia​ per permettere agli studenti di donare in loco. ​

Un’occasione speciale che festeggia la prima uscita, dopo oltre un anno di sospensione del servizio, e segna pertanto la riattivazione di questo importante ​strumento​ per la raccolta di sangue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento