Doveva scontare quattro anni, latitante finisce al Coroneo

La vicenda è relativa a ieri sera e ha coinvolto un cittadino di origine bulgara di 56 anni su cui pendeva un ordine di carcerazione della Procura della Repubblica di Firenze. A disposizione dell'autorità giudiziaria

Riceviamo e pubblichiamo. 

Era un vero e proprio “specialista delle chiavi alterate” il 56enne latitante bulgaro, V.B.T. le iniziali, arrestato ieri sera in località Fernetti dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera di Trieste. Condannato per diversi furti in abitazione, dallo scorso ottobre era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Firenze. Il cittadino comunitario, attualmente rinchiuso nel carcere del Coroneo, deve scontare un cumulo di pene di quasi quattro anni di reclusione.

V.B.T. viaggiava insieme con altri connazionali a bordo di un furgone con targa bulgara proveniente dalla Slovenia; il mezzo è stato fermato per un controllo durante le consuete attività di contrasto alla criminalità transfrontaliera. A queste attività ha partecipato anche il personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste, che ormai da tre anni collabora con la Polizia di Frontiera nell’ambito dell’Operazione Strade

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento