Latitante da 7 anni arrestato a Fernetti, condannato a 4 anni per droga

Era diretto in Spagna su un furgone in arrivo dalla Slovenia. Aveva commesso diversi reati nel casertano

Foto di repertorio

Identificato e arrestato mentre stava viaggiando verso la Spagna. È accaduto a un 36enne cittadino romeno: una pattuglia del Settore Polizia di Frontiera di Trieste ha eseguito l'arresto a Fernetti la sera del 30 gennaio. M.M., queste le sue iniziali, deve scontare una condanna a quasi quattro anni di reclusione per reati concernenti gli stupefacenti commessi nel Casertano. Dal 2010 era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Santa Maria Capua Vetere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo viaggiava, insieme ad altri connazionali, a bordo di un furgone romeno in arrivo dalla Slovenia. Il mezzo è stato fermato durante le consuete attività di retrovalico e al termine dei controli sui passeggeri, per M.M. sono scattate le manette. I controlli sono stati svolti insieme al personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste, che dal dicembre 2015 collabora con la Polizia di Frontiera nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

  • Come scegliere o cambiare il medico di base a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento