Latitante da tre anni, finisce in carcere la fuga di una 46enne

Una donna di origine rumena era stata condannata dal Tribunale di Milano a dieci mesi di reclusione per furto aggravato in concorso. Arrestata dalla Polizia nei pressi dell'ex valico confinario di Fernetti

Era stata condannata dal Tribunale di Milano ad una pena di dieci mesi per tentato furto aggravato in concorso, ma viaggiava liberamente a bordo di un’automobile diretta a Torino. E’ della sera del 6 maggio la notizia dell’esecuzione dell’ordine di arresto di una cittadina rumena di 46 anni, in relazione a quanto emesso nel giugno 2016 dalla Procura della Repubblica di Milano.

L'operazione e il rintraccio

G.M. (queste le iniziali), nata nel 1973 è stata fermata durante un posto di controllo effettuato nei pressi dell’ex valico italo-sloveno di Fernetti dal personale del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, che da mesi coadiuva il personale della Questura e della Polizia di Frontiera nell’attività di retrovalico. Gli agenti hanno fermato un furgone con a bordo sei cittadini rumeni diretti a Torino.

Dagli accertamenti effettuati, a carico della donna è emerso questo rintraccio e, dopo le formalità di rito, la donna è stata accompagnata presso la locale Casa circondariale per espiare la pena che le era stata comminata.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Cronaca

    Sfonda la vetrata di un negozio e ruba 2.600 euro: arrestato

  • Cronaca

    Trieste-Malta, nuovo volo per raggiungere il Mediterraneo

  • Cronaca

    Giorgi lancia il progetto per rivitalizzare le piccole botteghe

I più letti della settimana

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Vivono in 35 metri quadri dopo aver perso tutto, la storia di una famiglia a Opicina

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Donna trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • La rivista Limes accende il dibattito sul "caso" Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento