Lavori stradali "rattoppati", l'assessore Lodi striglia le ditte e fa ripetere i lavori

L'assessore ai lavori pubblici interviene in seguito alle segnalazioni dei cittadini in via Valdirivo e via Rismondo

Negli scorsi giorni due l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi, insieme ai tecnici del Servizio strade del Comune, è dovuta intervenire su due cantieri stradali chiusi "malamente" dalle ditte in seguito alle segnalazioni di cittadini: il primo caso è quello relativo a via Valdirivo, dove si erano conclusi i lavori di installazione della fibra ottica, ma l'asfalto era stato ripristinato creando un dislivello tra il tratto "rattoppato" e il resto della carreggiata. Avertita da un cittadino, l'assessore ha cosi «preso contatti per tramite degli uffici con l'Ente appaltante e l'impresa per far sì che venga ripristinato l'asfalto in sicurezza». 

9mar17. lavori stradali elisa lodi-2

Qualche giorno dopo un secondo caso si è verificato in via Rismondo: «I tecnici del Servizio strade hanno già provveduto a segnalare che i lavori stanno procedendo con modalità difformi alle prescrizioni creando conseguentente pregiudizio alla sicurezza della circolazione invitando quindi a prendere immediatamente gli opportuni provvedimenti. Questo tipo di disagi ai cittadini sono una questione che Fratelli d'Italia Trieste solleva da anni», ha commentato l'assessore Lodi. 

9mar17. lavori stradali elisa lodi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Errore tecnico dell’Inps nel calcolo delle pensioni di dicembre e gennaio: ecco cosa fare

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Triestina-Sambenedettese 1 a 2 | Le pagelle: fischi al Rocco, Unione sconfitta in 11 contro 9

Torna su
TriestePrima è in caricamento