"Zuckerman": un impero di 40mila libri antichi in via Rismondo

120 mq di libri che custodiscono tra le loro pagine viaggi, antiche ricette, storie incredibili e tanto altro. Frutto dell'amore e del coraggio, la libreria antiquaria di Martina Trevisan ci ricorda il valore del tempo

Foto di Giovanni Aiello

L'amore per i libri è uno di quegli amori che, se nasce, difficilmente svanisce. Sarà per il loro profumo - vecchi o nuovi che siano - o le storie che raccontano, il tempo che custodiscono.

Ed è proprio questo amore che ha spinto la giovane Martina Trevisan, 31 anni di Trieste, ad aprire un anno e mezzo fa Zuckerman, libreria antiquaria in via Rismondo 1. Una passione che è anche un traguardo dopo una vita passata tra i libri: "Ho sempre avuto la possibilità di lavorare circondata dai libri. Ho cominciato a 18 anni dalle biblioteche, per poi immergermi nelle librerie".
"Aprire una libreria per qualcuno che ama i libri è quasi fisiologico - ci ha spiegato Martina-. Anche se alla fine è sempre una questione di coraggio: o lo fai o non lo fai".

TriestePrima_LibreriaViaRismondo_02042019-5-2

Martina lo dice con il sorriso di chi è riuscito a realizzare un sogno e lo dice circondata da quello che è il suo nuovo impero: ben 120 metri quadrati pieni zeppi di libri e, come sottolinea spesso, "lo spazio non basta mai".

"Ho circa 40.000 libri che ho diviso per argomenti: viaggi, critica letteraria, Trieste... Dietro c'è anche un grande lavoro di catalogazione per poter dare al cliente un servizio completo. Posso dire di conoscere quasi ogni libro qui dentro".

"I più richiesti sono i libri illustrati, quelli che avevamo da bambini. Ci si affeziona facilmente a questa tipologia perchè quando sei piccolo hai un'attenzione diversa verso le cose- ha aggiunto Martina -. Poi, certamente, quelli su Trieste.".

TriestePrima_LibreriaViaRismondo_02042019-4-2-2

E tra un libro e l'altro spuntano anche cartoline, vecchie fotografie e stampe: "Lavoro con tutto ciò che è cartaceo e antico. Ci sono moltissimi collezionisti qui a Trieste. Amo anche i vecchi cartelloni pubblicitari, soprattutto quelli degli anni '50".

Le rarità

"Ho avuto tra le mani "Poesie a Casarsa" di Pasolini, un pezzo di storia. Ogni tanto ti capitano dei pezzi unici che altrimenti, nella vita, non avresti potuto vedere mai. Credo ci sia una specie di "legge dei libri" che fa sì che ti capiti, con una certa frequenza, un libro raro, anche rarissimo. Capita a tutti i librai, non solo a me. Ed è il Caso a decidere se avrai questo o quell'altro libro. Quasi una specie di magnetismo, la vecchia storia del 'è il libro che sceglie te'".

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

  • Trauma cranico dopo un tuffo in Val Rosandra: soccorso un 17enne

  • Incidente a san Giacomo: ferita donna in gravidanza, coinvolte 3 auto

Torna su
TriestePrima è in caricamento