Longera, le richieste di Salvati: "Pensilina per i bus e cartelli stradali anche in sloveno"

Il consigliere del Partito Democratico della VI Circoscrizione fa sapere che "Dopo le ripetute segnalazioni a diversi esponenti politici ho proceduto ad organizzare una raccolta firme che ha trovato l’adesione dei residenti". La pensilina della 35 in discussione già da dicembre

La richiesta dei bambini dell'asilo datata dicembre 2018

Secondo Luca Salvati, consigliere del Partito Democratico del parlamentino della VI Circoscrizione, i residenti del rione di Longera avrebbero segnalato più volte alcune alcune criticità per quanto riguarda la situazione nei pressi dell'asilo "Il cerchio nel bosco" di  strada per Longera e l'agognata pensilina della linea numero 35, già mesi fa al centro di dibattito politico. 

L'asilo di strada per Longera

"Le ripetute segnalazioni a diversi esponenti politici nonché agli uffici del Comune e della Regione - afferma Salvati - sono rimaste inascoltate. Ho proceduto, quindi, ad una raccolta firme che, nell’arco di pochi giorni, ha trovato l’adesione dei residenti". Il primo punto riguarderebbe "la necessità di attivare un servizio di controllo stradale presso l’accesso dell’asilo di Longera durante gli orari di entrata ed uscita degli alunni" sottolinea l'esponente dem. Secondo Salvati "tempo fa è stata approvata una mozione la quale non ha ancora avuto risposta, nonostante l’obbligo dell’Amministrazione di fornirla entro i 60 giorni. Ho avuto modo di sottolineare la problematica anche alla Polizia Locale ma l’accesso all’asilo non risulta essere ancora in sicurezza".

A Longera a bordo della 35 

La raccolta firme presentata dal consigliere circoscrizionale inoltre chiede "il posizionamento di una pensilina presso il capolinea dell’autobus 35 a Longera, dato che, soprattutto durante il periodo invernale, chi attende i mezzi pubblici è sottoposto alle intemperie". Già TriestePrima aveva pubblicato, in data 28 dicembre 2018, una segnalazione giunta dal consigliere Marcelo Medau di Fratelli d'Italia che così scriveva: "Non ho potuto fare a meno di notare la richiesta di alcuni bambini di Sottolongera. Giustamente chiedono una pensilina per ripararsi dal freddo, dalla bora e dalla pioggia nel mentre che attendono l'autobus per recarsi a scuola". 

La cartellonistica bilingue

Nel luogo dove un tempo esisteva un'edicola, oggi non c'è niente, uno spazio che sia Medau che Salvati definiscono "abbandonato". Secondo il consigliere del Partito Democratico infine, le richieste non finirebbero qui e sarebbero indirizzate al trasporto pubblico. Per Salvati è necessario "il posizionamento della cartellonistica stradale bilingue italiano-sloveno a Longera e Sottolongera nonché l’aggiunta della dicitura in sloveno sugli autobus che transitano sino a Longera e Sottolongera, come avviene per le località di Prosecco, Santa Croce, Opicina, Banne Contovello".

In ultimo, ma non in ordine di importanza, l’attivazione di un collegamento autobus diretto tra Longera e Sottolongera e l’ospedale di Cattinara, argomento che nella VI Circoscrizione sembra aver ottenuto il consenso da parte di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento