Malore in acqua al “Pedocin”: anziana a Cattinara in codice rosso

Ottimali i tempi d’intervento dei soccorsi, il cuore dell’86enne ha ricominciato a battere dopo 20 minuti di rianimazione cardiopolmonare.

Si sente male in acqua al “Pedocin”, poi viene rianimata e portata in codice rosso a Cattinara. È successo oggi, alle 16.55 di domenica 23 giugno, a un’anziana signora di 86 anni, che ha avuto un arresto cardiorespiratorio e ha rischiato l’annegamento. Un salvataggio tempestivo ed efficiente da parte di tutti i soccorritori, a partire dai bagnini che l’hanno portata a riva e hanno effettuato il massaggio cardiaco per poi utilizzare il defibrillatore in dotazione allo stabilimento. L’ambulanza e l’automedica del 118 sono giunte sul posto in 4 minuti e il personale sanitario ha effettuato la rianimazione cardiopolmonare per 20 minuti, finché il cuore non ha ripreso a battere. La signora è stata quindi portata a Cattinara in codice rosso. Secondo i medici sussistono buone speranze di ripresa grazie alle ottimali tempistiche di intervento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

Torna su
TriestePrima è in caricamento