Malore in acqua al “Pedocin”: anziana a Cattinara in codice rosso

Ottimali i tempi d’intervento dei soccorsi, il cuore dell’86enne ha ricominciato a battere dopo 20 minuti di rianimazione cardiopolmonare.

Si sente male in acqua al “Pedocin”, poi viene rianimata e portata in codice rosso a Cattinara. È successo oggi, alle 16.55 di domenica 23 giugno, a un’anziana signora di 86 anni, che ha avuto un arresto cardiorespiratorio e ha rischiato l’annegamento. Un salvataggio tempestivo ed efficiente da parte di tutti i soccorritori, a partire dai bagnini che l’hanno portata a riva e hanno effettuato il massaggio cardiaco per poi utilizzare il defibrillatore in dotazione allo stabilimento. L’ambulanza e l’automedica del 118 sono giunte sul posto in 4 minuti e il personale sanitario ha effettuato la rianimazione cardiopolmonare per 20 minuti, finché il cuore non ha ripreso a battere. La signora è stata quindi portata a Cattinara in codice rosso. Secondo i medici sussistono buone speranze di ripresa grazie alle ottimali tempistiche di intervento.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Morta la bimba di 4 anni rimasta in auto sotto il sole rovente a Rovigno

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

Torna su
TriestePrima è in caricamento