Doppio intervento del Soccorso Alpino in Fvg, uomo stroncato da un malore

Questa mattina intervento per un uomo colto da malore su un sentiero a Tramonti di Sotto. Nel primo pomeriggio intervento sopra Moggio Udinese per un sessantenne di ritorno dall'escursione: inutili i tentativi di rianimarlo

Il Soccorso Alpino di Maniago è intervenuto questa mattina per soccorrere un escursionista colto da malore lungo un sentiero in Comune di Tramonti di Sotto. L. C., del 1944, di Tamai di Brugnera (PN) era in gita organizzata dal CAI assieme ad altri compagni e si è sentito male sul sentiero 832, a quota 524 metri.

La chiamata al Soccorso Alpino di Maniago è arrivata tramite il sistema Georesq, l'applicazione scaricabile su smartphone che consente l'invio della posizione esatta alle due principali stazioni italiane (una si trova a Pieve di Cadore, l'altra in Sardegna, in questo caso l'allerta è arrivato dalla Sardegna).
Il primo a giungere sul posto è stato però un cacciatore e volontario del CNSAS Maniago che si trovava in zona per un censimento. Il tecnico del CNSAS ha potuto prestare i primi soccorsi e coordinare subito l'atterraggio dell'elicottero del 118. Recuperato con il velivolo, l'uomo è stato poi caricato sull'ambulanza e portato all'ospedale di Pordenone per accertamenti.  L'intervento si è aperto alle 10.24 e si è chiuso alle 13.30. Vi hanno preso parte quattordici tecnici del CNSAS Maniago.

Secondo intervento di oggi in Friuli Venezia Giulia per un altro escursionista colto da malore durante il cammino, questa volta putroppo senza un lieto fine.
Il Soccorso Alpino di Moggio si è mobilitato alle 14 per soccorrere una persona lungo il sentiero CAI 418 che collega Moggessa Di Qua con Moggio di Sopra. L'uomo, G. M., sessantenne, originario di Enemonzo, ma residente a Busto Arsizio (VA), si è sentito male durante il rientro dall'escursione, nell'ultimo tratto di salita che conduce alla cosiddetta Forca di Moggio, a quota 650ca metri di altitudine, prima di proseguire per la discesa che in circa venti minuti lo avrebbe condotto alla fine del sentiero e quindi all'automobile.

I tentativi di rianimazione dei tecnici sanitari intervenuti con l'elicottero del 118 sono stati purtroppo vani e non si è potuto far altro che constatare il decesso del signore. L'uomo si trovava in compagnia di un gruppo di escursionisti della SAF di Udine a cui si era aggregato.
La salma è stata elitrasportata con l'elicottero della Protezione Civile.
Sono intervenuti cinque tecnici del CNSAS Moggio e due finanzieri di Tolmezzo, tre dei quali hanno raggiunto gli escursionisti a piedi lungo il sentiero. L'intervento si è concluso alle 16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento