Materiale radioattivo in Porto, Pastor: "Destinato a fabbrica di microchip"

Interviene su Telequattro l'avvocato promotore del progetto: "Si voleva creare un insediamento produttivo nell'area Wartsila, impegnare manodopera e quindi creare valore aggiunto per l'economia di questa città"

Dopo l'avvio dell'indagine della Procura sul carico di coltan nel Porto di Trieste (il carico da 5 tonnellate non riportava la dicitura "materiale radioattivo"), interviene l'avvocato Federico Pastor, che ha avuto un ruolo decisivo nel progetto industriale legato al materiale: "Nasce dal progetto di un impreditore venezuelano - dichiara l'avvocato ai microfoni di Telequattro - che ora vive a Trieste e che circa un anno fa mi ha fatto interessare su questo ambizioso progetto. Questo minerale viene utilizzato nella produzione di microprocessori. Mi sono attivato affinché questa attività imprenditoriale venisse svolta proprio a Trieste perché ho a cuore le sorti di questa città. Ne ho parlato con il sindaco che ha capito immediatamente la vaenza del progetto. Dopo un anno il prodotto è arrivato e ora ci troviamo di fronte a questa indagine della Procura su cui io non ho niente da dire. Siano fatte tutte le indagini, spero che la questione si risolva a breve".  

Giallo sul carico di materiale radioattivo in Porto dal Venezuela 

Sede alla Wartsila

L'idea, rivela Pastor, "non era solo quella di sfruttare il punto franco come punto di esportazione, ma di creare un insediamento produttivo nell'area Wartsila, impegnare manodopera e quindi creare valore aggiunto per l'economia di questa città. Quest'industria avrebbe poi pagato le tasse a Trieste e ci sarebbe stata la possibilità di reinvestirle anche nello sport cittadino. La speranza è che tutto si concluda con una semplice multa per non aver esposto l'etichetta di segnalazione per radioattività".

Venezuela, Serracchiani: "Trieste è porta per commercio con Maduro?" 

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Cade sulla Napoleonica: ferita dopo un volo di 20 metri

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento