Medico indagato: "Sedazione per morte imminente è terapia"

Lo ha sostenuto ieri il medico accusato di essere coinvolto nelle morti di quattro persone, davanti al Gip del Tribunale

"La sedazione in occasione di morte imminente è una terapia medica a tutti gli effetti". Lo ha sostenuto ieri il medico accusato di essere coinvolto nelle morti di quattro persone, davanti al Gip del Tribunale di Luigi Dainotti, nel corso di un interrogatorio. Lo riferisce all'ANSA l'avvocato difensore Alberto Fenos precisando che "si è trattato di una seduta assolutamente serena e pacifica, visto che il mio assistito ha risposto a tutte le domande che gli venivano poste, anche dai pubblici ministeri presenti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

  • Bmw sbanda e finisce fuori strada, bimba di nove mesi portata al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento