Medico indagato: "Sedazione per morte imminente è terapia"

Lo ha sostenuto ieri il medico accusato di essere coinvolto nelle morti di quattro persone, davanti al Gip del Tribunale

"La sedazione in occasione di morte imminente è una terapia medica a tutti gli effetti". Lo ha sostenuto ieri il medico accusato di essere coinvolto nelle morti di quattro persone, davanti al Gip del Tribunale di Luigi Dainotti, nel corso di un interrogatorio. Lo riferisce all'ANSA l'avvocato difensore Alberto Fenos precisando che "si è trattato di una seduta assolutamente serena e pacifica, visto che il mio assistito ha risposto a tutte le domande che gli venivano poste, anche dai pubblici ministeri presenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimagrire in fretta, i trucchi per accelerare il metabolismo

  • Lite in via Carducci, intervento della Squadra Volante

  • Segnala il furto di una macchina a Montedoro, ma per il Direttore e la Polizia non v'è traccia

  • Pugno di ferro del Questore, giù la saracinesca del bar Moderno

  • Maxi evasione per oltre due milioni di euro, nei guai autonoleggio con finte sedi in Slovenia

  • Colpi di pistola contro un migrante in Croazia, è grave in ospedale a Fiume

Torna su
TriestePrima è in caricamento