Merce sequestrata dalla Polizia Locale donata alla associazioni e frati

Sono quasi 1000 i capi di abbiagliamento sequestrati, confiscati e poi donati dalla Polizia Locale alle associazioni di volontariato e frati di Trieste

Continuano le donazioni della Polizia Locale a favore delle Associazioni/Fondazioni cittadine della merce sequestrata nel corso di varie operazioni a tutela della legalità. Le operazioni svolte in questi mesi in città hanno portato al sequestro di materiale che come stabilito dalla legge regionale sul commercio prevede oltre alla sanzione anche il sequestro e la confisca della merce; conclusa tutta la procedura, i prodotti confiscati vengono distrutti oppure dati, a titolo assolutamente gratuito, a qualche ente o associazione impegnata a favore delle fasce più deboli e bisognose.

La PL di Trieste da anni ormai è impegnata su questo fronte e dopo la donazione di gennaio di quest'anno a favore della Fondazione Luchetta, Ota, D’Angelo, Hrovatin e della Caritas per un totale di 770 capi di abbigliamento, nel corso del mese di aprile, ha donato all'Associazione Pro Senectute Asp e ai Frati Minori Cappuccini di Montuzza altro materiale. In particolare all'Associazione Pro Senectute, attiva da oltre 30 anni nella nostra città nell'assistenza delle persone anziane, sono stati devoluti 36 ombrelli colorati e ai Frati di Montuzza 173 magliette di vari colori da destinare alle missioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento