Mercoledi' Manifestazione sotto il Comune contro la Tav

Presidio dalle 18:30 in occasione del Consiglio Comunale che dovrebbe esprimersi in merito alla nuova richiesta di pareri sulla tratta AV/AC.Il 12 giugno 2013 Rete Ferroviaria Italiana ha spedito una lettera ai Ministeri e a ITALFERR S.p.A. con la...

Presidio dalle 18:30 in occasione del Consiglio Comunale che dovrebbe esprimersi in merito alla nuova richiesta di pareri sulla tratta AV/AC.


Il 12 giugno 2013 Rete Ferroviaria Italiana ha spedito una lettera ai Ministeri e a ITALFERR S.p.A. con la richiesta di un parere favorevole al progetto preliminare della tratta Ronchi - Trieste e successivamente inviata dai Ministeri ai comuni interessati.

Il Comitato NOTAV di Trieste e del Carso-Odbor NO TAV iz Trsta in s Krasa chiede con forza ai Comuni coinvolti (Ronchi dei Legionari, Doberdò del Lago, Monfalcone, Duino-Aurisina, Sgonico e Trieste) di rigettare la richiesta di RFI in quanto il contenuto della stessa risulta irricevibile per i seguenti motivi:

- in sede di Valutazione di Impatto Ambientale, nel 2012, il Ministero ha chiarito in modo esplicito a RFI che il Progetto Preliminare della linea AV/AC Venezia-Trieste deve essere unitario e non suddiviso in lotti;
- per ammissione della stessa RFI, la parte del progetto che riguarda il tratto Venezia-Ronchi deve essere completamente riprogettato avendo ricevuto pressoché unanime rifiuto da parte di Comuni ed Enti Locali.
Ne consegue che a tutt'oggi non esiste alcun Progetto Preliminare per la tratta Venezia-Trieste.

Il Comitato NOTAV di Trieste e del Carso-Odbor NO TAV iz Trsta in s Krasa fa presente che appare al di là di ogni logica l'ulteriore richiesta di un parere per il Progetto Preliminare per il solo tratto Ronchi-Trieste da parte di RFI che adduce motivi di urgenza pena il rischio del definanziamento europeo: nel testo datato 12 giugno 2013 la stessa RFI sottolinea che i termini per il finanziamento UE sono scaduti il 30 aprile 2013 e non riferisce di proroga alcuna.

Vogliamo ricordare che già nel luglio 2012 il Comune di Trieste aveva subordinato il proprio parere favorevole ad una serie di prescrizioni vincolanti, cui RFI ha dato risposta negativa o nessuna risposta, così come è accaduto per gli altri Comuni coinvolti.

Per questi motivi il Comitato NOTAV di Trieste e del Carso-Odbor NO TAV iz Trsta in s Krasa avverte tutte le entità interessate - partiti, Giunta Comunale, Consiglieri e tutta la cittadinanza - che qualunque delibera nel merito della sola tratta Ronchi-Trieste significa rendersi complici della truffa - lo scorporo indebito di un tratto rispetto al progetto unitario - che RFI sta tentando di attuare ai danni della collettività sia sul piano economico che ambientale.

I CONSIGLI COMUNALI DEVONO RISPEDIRE AL MITTENTE LE RICHIESTE DI UN PARERE SULLE INTEGRAZIONI FORMULATE DA RFI E DAL MINISTERO!
SONO SEMPLICEMENTE IRRICEVIBILI!

Questo testo verrà diffuso attraverso tutti i mezzi a nostra disposizione affinché cittadinanza, istituzioni e media ne siano informati adeguatamente.





Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

Torna su
TriestePrima è in caricamento