Migranti: identificati 13 irregolari in pochi giorni

Oltre agli 11 trovati in giardino pubblico domenica mattina, la Polizia Locale ha controllato tre persone che bivaccavano nel sottopassaggio di piazza Libertà e due di questi non avevano alcun documento

Dopo la notizia di 11 uomini afghani trovati senza documenti in giardino Pubblico, diramata domenica dal vicesindaco Polidori, la Polizia Locale fa sapere di aver identificato anche due irregolari nel sottopassaggio di piazza Libertà. Di nazionalità pakistana, stavano bivaccando insieme a un connazionale provvisto di permesso di soggiorno regolare.

In giardino Pubblico

Domenica 17 marzo, due Guardie Ambientali di controllo nel Giardino pubblico avevano notato un nutrito gruppo di giovani seduto sulle panchine dell'area giochi, e hanno fatto intervenire una pattuglia di Polizia Locale per gli accertamenti di competenza.  Gli 11 uomini (un 39enne e dieci dai 18 ai 29 anni), tutti sprovvisti di documenti d'identità, in un inglese stentato hanno spiegato di essere cittadini afghani appena giunti in Italia dopo aver varcato il confine sloveno. Con non poca difficoltà il gruppo è stato accompagnato alla Caserma di via Revoltella per definire le generalità e l'ipotesi di violazione della legge sull'immigrazione.

In piazza Libertà

Nella notte tra il 14 ed il 15 marzo, invece (erano circa le 23 di giovedì), due pattuglie notturne hanno intercettato all'interno del sottopassaggio pedonale di piazza Libertà, 3 uomini - di origine pakistana - che bivaccavano. Dalla verifica dei documenti è risultato che solo uno di essi aveva un regolare permesso di soggiorno mentre gli altri due (24 e 26 anni) non possedevano alcun certificato che potesse identificarli né che giustificasse la loro permanenza sul territorio italiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi, prima l'accompagnamento in Questura per foto-segnalazione ed identificazione poi alla Caserma San Sebastiano per la formalizzazione della denuncia penale (violazione della legge sull'immigrazione). Tutti e tre sono stati invece multati per aver bivaccato in luogo pubblico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento