Migranti ad Aquilinia caso nazionale, mamme preoccupate finiscono a "Quinta Colonna" (Foto e Video)

Il caso dei migranti ospitati alla Casa Primavera ad Aquilinia finisce a "Quinta Colonna", trasmissione di Rete 4 di Mediaset

Finisce a "Quinta Colonna", popolare trasmissione di Rete 4 di Mediaset, il caso dei migranti ospitati alla Casa Primavera, l'ex asilo delle suore Canossiane ad Aquilinia.

Sono tantissime le persone che davanti alle telecamere di Mediaset manifestano il loro dissenso sulla scelta di ospitare accanto a una scuola elementare e a un palazzetto dello sport frequentato da giovani ragazze e ragazzi, venti migranti afgani e pachistani.

«Dovevamo iniziare il catechismo ma abbiamo deciso di attendere che queste persone se ne vadano perché non ci sentiamo sicure di mandare lì in nostri figli. Ci accusano di essere razziste ma la protesta non è contro i migranti ma contro un sistema di accoglienza che fa acqua da tutte le parti», dice una delle mamme intervistate, mentre un coro di approvazione si alza tra i presenti.

Un padre intervistato dall'inviato di Quinta Colonna: «Ho fatto un video dove si vede che queste persone vengono prese e portate a qualche chilometro da qui, poi vengono lasciati liberi di girare dove vogliono, noi abbiamo paura».

Nello studio nasce la polemica sul fatto che, rispetto ad altri centi, nella struttura di Aquilinia sono ospitate solo venti persone che rimarrebbero lì solo per 20 giorni e solo nelle ore notturne. Polemica ribattuta e contrastata dalla preoccupazione delle mamme, dei papà e degli altri cittadini presenti, che ribadiscono l'assurdità, secondo il loro punto di vista, di tenere una struttura di accoglienza, con migranti dei quali non si conosce niente, accanto a scuole e centri sportivi.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Allegati

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Con questi attori ed attrici che si fanno belli e dispensano sorrisi e voci flebili davanti alle telecamere non si va da nessuna parte. È troppo comodo essere favorevoli all'accoglienza di tutti, clandestini ed ipotetici beneficiari di asilo politico, ma non vicino alla propria casa o alla scuola del proprio figlio. Chi ci governa in un prossimo futuro darà loro un lavoro e quindi avranno diritto ad un ricongiungimento familiare, ognuno se ne porterà 4 o 5 a testa in Italia, paese dal quale scappano annualmente oltre 100.000 connazionali. I buonisti sono coloro che ci governano ma anche queste pimpinelle senza i cosiddetti che stanno un pò di qua ed un pò di là. VERGOGNA !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Emergenza Bora: raffiche a 140 km/h. Viabilità modificata e qualche ferito lieve (VIDEO)

  • Cronaca

    Spaccio di droga a Trieste, polizia arresta altro trafficante

  • Cronaca

    Vaccini obbligatori, il Tar respinge il ricorso dei genitori: obbligo per 9 mila bambini

  • Cronaca

    Eataly si svela: 85 posti di lavoro per il negozio "dedicato ai venti" (FOTO TOUR)

I più letti della settimana

  • Emergenza Bora: raffiche a 140 km/h. Viabilità modificata e qualche ferito lieve (VIDEO)

  • "Mary Poppich e la Bora a 180 Km/h": il video di Maxino è virale

  • #AllertameteoTS lanciato dal Comune: condizioni meteo in peggioramento

  • Bagno a Barcola con Bora a 140 Km orari, «Lo faccio ogni giorno, per me è normale» (FOTO)

  • Schianto mortale di via Carnaro: Marzio Sai lascia moglie e due figli

  • "Gelicidio" sul Carso: incidenti a raffica. Mezzi spargisale in azione: riaperta la SP35 dal Quadrivio di Opicina

Torna su
TriestePrima è in caricamento