Migranti, Fraleoni Morgera (M5S): «Sensazionale, la Lega converge sulle nostre posizioni»

«Un paio di settimane fa Fedriga aveva deriso pubblicamente proprio le stesse misure di illuminazione delle zone più critiche delle città di cui oggi si fa paladino»

«Leggiamo oggi sui media che tra le iniziative che la Lega vuole prendere nell'ambito dell'accordo con le regioni del Nord sono compresi "specifici, separati spazi finanziari riservati agli investimenti legati alla riqualificazione dei quartieri maggiormente a rischio sicurezza, quali installazione di telecamere, illuminazione mirata, finanziamenti di presidi permanenti delle forze dell’ordine. Siamo lieti che finalmente l'onorevole Fedriga abbia deciso di concordare sulle misure che dall'inizio della campagna il M5S propone per governare efficacemente il fenomeno della migrazione che il nostro territorio si trova ad affrontare». Il candidato del M5S alla presidenza della Regione Fvg, Alessandro Fraleoni Morgera, commenta così alcune dichiarazioni del candidato Massimiliano Fedriga.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Fa un po' specie solo ricordare che non più tardi di un paio di settimane fa il candidato Fedriga, in occasione di un incontro tra candidati tenutosi a Borgo Grotta Gigante, aveva deriso pubblicamente proprio le stesse misure di illuminazione delle zone più critiche delle città di cui oggi si fa paladino. A questo punto attendiamo con trepidazione la sua riconversione anche in relazione alle modalità di accoglienza dei migranti, che fino ad oggi il candidato Fedriga vorrebbe fosse del tipo accentrato in grandi caserme-ghetto. Il M5S - conclude Fraleoni Morgera - propone invece una modalità di gestione distribuita sul territorio che permetta sia di controllare come i Comuni gestiscono l'accoglienza spendono i soldi dello Stato, sia di permettere ai migranti di integrarsi davvero sul territorio, senza creare quelle situazioni di tensione sociale tipiche dei grandi centri di accoglienza che rappresentano il paradigma del business di Mafia Capitale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Fucile contro un giovane italiano, Serracchiani a Di Maio: "Chiarisca l'episodio con Lubiana"

Torna su
TriestePrima è in caricamento